DARIO CECCONI E LE DIECI PAROLE CHE LEGANO L'ARBITRAGGIO - Sezione di Trapani

Seppur da remoto Mercoledì 24 Marzo gli arbitri trapanesi hanno avuto il piacere di incontrare l’Assistente della Commissione Arbitri Nazionale, Dario Cecconi della Sezione di Empoli.

Dopo gli onori di casa e la presentazione dell'organico sezionale all'ospite da parte del Presidente Sezionale Girolamo Poma, ha fatto seguito l'intervento del Presidente del Comitato Regionale Arbitri Sicilia Michele Cavarretta.

Un breve video di benvenuto è stato da preludio all'intervento di Dario che, ad inizio collegamento ha affettuosamente salutato i nostri associati Vincenzo Messana, Sandro Viola e Gianfranco D'Amico suoi ex consezionali ad Empoli, nonché l'amico Alberto Piazza, ex collega in serie C.

Attraverso una rappresentazione visiva di alcune slide, Dario a condiviso le “10 parole che legano l’arbitraggio”, intervallate da alcuni aneddoti che hanno segnato il suo percorso arbitrale.

  • follia (avere il coraggio di affrontare gli eventi);
  • studio (essere sempre preparati a qualsiasi variabile);
  • sezione (un punto fermo nella crescita di ogni arbitro);
  • famiglia (il supporto fondamentale che ognuno di noi ha);
  • sudore (mostrare impegno, perché non si ottiene nulla per niente);
  • sacrificio (tutte le rinunce che siamo costretti a fare per scendere in campo);
  • fortuna (il fattore C, Dario ha infatti parlato del suo Esordio in serie B);
  • emozione (in tutte le sue sfaccettature: gioia/rabbia/ansia);
  • umiltà (lavorare su noi stessi e sui nostri limiti);
  • consapevolezza (capire dove dobbiamo andare sapendo da dove veniamo).

La citazione di una frase dell'indimenticabile Stefano Farina “Quando c’è una meta, anche il deserto diventa una strada”, ha di fatto chiuso la piacevole esposizione di Dario che, a seguire, ha risposto a numerose domande sul suo percorso e su ciò che lo ha condizionato.

 Francesco Piccichè