Ospite Michele Cavarretta, Presidente Regionale del CRA a Ragusa

Un’altra luce si accende sulla Sezione AIA di Ragusa. È quella del presidente regionale del CRA Michele Cavarretta, che è stato gradito ospite nonché intrattenitore della serata che è coincisa con la RTO dello scorso 8 marzo. Riunione Tecnica Obbligatoria che ha visto la presenza di Orazio Postorino, componente della Commissione Regionale Arbitri, che nel pomeriggio aveva effettuato la verifica amministrativa e tecnica all’andamento sezionale. Oltre ai due dirigenti, la riunione ha visto la presenza del presidente della Delegazione Provinciale della Figc, Gino Giacchi, i colleghi che hanno incarichi nelle Commissioni Nazionali. Ciccio Saia, componente CAN D; Vincenzo Cascone, CAN Beach Soccer; Rosario Spata, Settore Tecnico. Presenti tutti i componenti il direttivo sezionale e anche i colleghi Osservatori che operano a livello locale, regionale e nazionale. Insomma, una partecipazione che se non è stata numericamente elevata è stata sicuramente qualificata; come ha avuto modo di sottolineare il presidente Cavarretta nel suo saluto iniziale ed anche nel corso del suo intervento per illustrare i risultati tecnici ottenuti dagli associati ragusani. “La Sezione di Ragusa – ha detto, il massimo dirigente regionale - non esprime grandi numeri di associati, ma si contraddistingue - al contrario - per una grande forza a livello nazionale. Ragusa si può vantare di avere due rappresentanti negli OTN (Ciccio Saia e Vincenzo Cascone) ed un illustre rappresentante nel Settore Tecnico (Rosario Spata). E poi un Osservatore alla Can C (Gigi Bellassai), la presenza alla CAN D (Martorina) e CAI (Napolitano). Senza dimenticare in campo arbitrale la grande forza che esprime la Sezione nell’ambito del calcio a 5, con presenze in Serie A e nelle varie altre categorie; dove i ragazzi raccolgono grandi apprezzamenti”. Il presidente regionale ha animato la serata anche sotto l’aspetto tecnico e formativo rivolto ai giovani, siano essi impegnati a livello regionale o provinciale. La visione di filmati – con i relativi commenti, e interventi da parte degli associati presenti (specialmente quelli degli ultimi due corsi) – ha reso la lezione molto interessante e sicuramente lascerà il segno nella fase di maturazione dei giovani. Michele Cavarretta, con l’ausilio di alcune slide ha anche illustrato – per dare seguito alla fase di trasparenza che contraddistingue la Commissione - il comportamento dei colleghi arbitri, assistenti, osservatori con le relative valutazioni. Ed ha anticipato l’esordio nel campionato di Eccellenza del giovane emergente Salvatore Montevergine. La classica ciliegina sulla torta di una stagione che pur nella limitatezza di risorse umane – anche se gli ultimi corsi hanno generato nuova linfa - si sta rivelando positiva sotto l’aspetto dei risultati tecnici conseguiti. Gli interventi degli altri ospiti sono stati una puntualizzazione delle problematiche esistenti sul territorio, dagli atti di violenza che si sono verificati, Gino Giacchi che ha espresso con forza il massimo rispetto che si deve avere per il ruolo dell’arbitro. Orazio Postorino, “Crederci, impegnarsi perché i risultati arrivano con la costanza, la caparbietà con il sudore per raggiungere ognuno i propri obiettivi”. L’intervento iniziale e finale del presidente sezionale, Andrea Battaglia, è stato incentrato sugli sforzi che in sezione si sono fatti, si fanno e si faranno per contribuire alla crescita dei giovani già in orbita regionale e su quelli che si sono avvicinati a questo mondo da poco. Particolare soddisfazione per l’esordio in Seconda categoria di Andrea Dell’Olio e Matteo Schembari, quello di Carnemolla in Promozione e l’ottimo rendimento che stanno offrendo i colleghi del calcio a 5, Amato, Cucuzzella, Burletti. Andrea Battaglia ha chiuso la Riunione con il saluto ai presenti e l’augurio che altri importanti traguardi saranno tagliati dagli associati arbitri della Sezione, prima del finale di stagione.

Foto di Francesco Leone

Giovanni Calabrese