Vetri: “Massimo dialogo con il CRA”.

Giovanni-Vetri-ad-Acireale

Commemorato Giulio Campanati

Una Riunione Tecnica particolare quella vissuta dagli associati acesi lo scorso 25 novembre: ospite d’eccezione Giovanni Vetri, della Sezione di Enna, componente del Settore Tecnico come “Mentor” operante in Sicilia. L’amico Vetri è stato accolto dal Presidente Olindo Ausino, che rivolgendosi ai giovani arbitri li ha esortati ad ascoltare attentamente quanto avrebbe detto l’ospite, la cui relazione avrebbe senz’altro arricchito il loro bagaglio esperienziale non soltanto tecnico.

Prima di Vetri è intervenuto il collega Pietro Nicolosi, che ha reso un commosso omaggio alla figura di Giulio Campanati, ex Presidente nazionale dell’Associazione, recentemente scomparso. “Campanati – ha detto Nicolosi – è stato Presidente dell’AIA per circa un ventennio ed in qualche modo se c’è un personaggio che simboleggia l’Associazione, che quest’anno ha compiuto Cento anni, questo è proprio Campanati assieme a Giovanni Mauro. Campanati era una persona corretta e lineare, che difese l’AIA, tanto che non ci pensò due volte a dimettersi quando venne approvato uno Statuto che ne ledeva l’autonomia. Alla fine venne nominato Commissario straordinario dell’AIA con il compito di cambiare proprio quello Statuto che aveva avversato. Fu quella una grande vittoria, Sua e dell’Associazione”. Nicolosi ha continuato ricordando ai più giovani che proprio grazie a Campanati ed a qualche altro illustre personaggio (Concetto Lo Bello, nda) fu possibile costituire nel 1973, ben 38 anni fa, la Sezione di Acireale, vincendo la strenua “resistenza” di Catania. Anche l’associato Salvatore Marano, in atto Delegato della F.I.G.C. di Enna, ha voluto brevemente ricordare Giulio Campanati. Al termine di questo appassionato ricordo l’assemblea ha ricordato il “Presidentissimo” con un minuto di raccoglimento.

Giovanni Vetri ha quindi iniziato la sua relazione spiegando il “Mentor/Talent Program – U.E.F.A. Convention”, il suo scopo e come in Sicilia i due Mentor, lui ed Ugo Pirrone, sono stati in pratica “equiparati” dal Presidente regionale, Rosario D’Anna, a componenti dell’Organo Tecnico. “Lavoriamo con la massima sintonia con il CRA, – ha ribadito Vetri – con cui c’è dialogo e programmazione. Al punto che abbiamo selezionato personalmente i ragazzi che dirigono in Prima Categoria al Raduno precampionato, attraverso la verifica di test atletici e tecnici e colloqui personali. In tutti c’è la consapevolezza che il Mentor rappresenta un valore aggiunto per la formazione degli arbitri della regione”. Giovanni Vetri ha poi fatto visionare alla platea alcuni filmati del Settore Tecnico con azioni di gioco particolari che si riferiscono a gare dell’ultimo campionato di Serie A.

La serata si è conclusa in un noto ristorante cittadino dove tra una portata e l’altra si è continuato a disquisire di questioni tecniche.

Rodolfo Puglisi

Fonte: www.aia-figc.it

Nella foto, l’intervento di Vetri.