Ultimo appuntamento tecnico stagionale, il raduno Top Class

A Enna, ormai sede tradizionale dei raduni regionali per la sua posizione logistica, si è tenuto uno stage intenso per arbitri, assistenti e osservatori Top Class in organico al Comitato Regionale Sicilia, che hanno affrontato test atletici, video quiz e disposizioni tecniche. 27 arbitri, 22 assistenti, 12 osservatori, 10 arbitri e 2 osservatori di calcio a cinque e i Talent, sono stati convocati giorno 27 aprile non solo per un approfondimento sugli aspetti atletici, tecnici e regolamentari, ma soprattutto per analizzare assieme il percorso sviluppato in questa Stagione Sportiva e le problematiche emerse fino ad oggi, per affrontarle con la massima attenzione e concentrazione.
«Il vostro impegno e i vostri sacrifici hanno dato fino ad oggi grandi soddisfazioni e sono stati riconosciuti i vostri meriti – ha sottolineato il presidente del Comitato Regionale Arbitri Michele Cavarretta – ma ora siamo in una fase veramente delicata sia per voi che per i campionati in cui dovete dare il meglio di voi, in modo da proseguire l’ottimo lavoro e concludere ancora meglio; il nostro è un gioco di squadra dove tutte le componenti devono dare il loro apporto, ciascuno nei propri ruoli, per arrivare alla fine e ottenere i risultati sperati e ampiamente meritati».
La prima parte della mattinata è stata dedicata ai test atletici, coordinati dal Presidente CRA e dal Referente atletico Alberto Piazza. Subito dopo in aula, la parte regolamentare è stata affidata a Vincenzo Meli, responsabile del Modulo Perfezionamento del Settore Tecnico, che ha per la prima volta introdotto per gli arbitri siciliani i quiz con i pulsanti, innovazione che permette di avere in tempo reale oltre alla risposte, anche tutta una serie di statistiche utile per monitorare le situazioni e le tematiche di ciascuna circostanza e momento sportivo analizzato, i cui risultati, considerando che si trattava del primo impatto, sono stati molto soddisfacenti. La proiezione dei video relativi a diverse situazioni di gioco ha dato modo a tutti i presenti di approfondire e ripassare casistiche e applicazioni del regolamento del gioco del calcio.
I lavori sono stati integrati dagli interventi del Presidente Cavarretta, dal Vicepresidente Armando Salvaggio e dai Componenti regionali Orazio Postorino (responsabile osservatori), Paolo Costa (responsabile assistenti) e Antonino Ignazzitto (responsabile calcio a cinque), che hanno permesso un’analisi approfondita di alcuni argomenti indispensabili, come la cura dell’estetica arbitrale, l’applicazione del vantaggio e il briefing pre gara.
Poi i gruppi si sono separati in riunioni settoriali con i rispettivi responsabili, per approfondire specifiche tematiche. Presenti anche tutti i Presidenti di Sezione siciliani che non solo hanno seguito i loro ragazzi, ma hanno partecipato attivamente.
Durante la pausa pranzo, un caloroso applauso è stato riservato al componente Luigi Pillitteri, responsabile amministrativo del Comitato Regionale, che per raggiunti limiti di permanenza (otto anni), questo sarà l’ultimo anno e quindi l’ultimo raduno al quale partecipa da Componente CRA.
A fine serata, il Presidente Cavarretta, i Componenti del Comitato regionale, l’esperto legale Umberto Cucè e i Presidenti di Sezione hanno concluso i lavori con la terza consulta, durante la quale sono stati esaminati numerosi argomenti, in particolare il tema della violenza, considerato che per la Sicilia è di estrema attualità, visto che detiene in questo campo il primato, sebbene in questi ultimi anni si è registrato un calo del fenomeno. Determinanti gli interventi dei Presidenti di Sezione per un operato uniforme e collettivo a tutti i livelli.