Trasferta vincente tra i monti silani

AIA-Messina-in-Calabria

Si conclude con una incontrastata vittoria il primo torneo della neo-presidenza Lo Giudice della Sezione di Messina. La rappresentativa sezionale di calcio, difatti, al termine dei tre giorni trascorsi, dall’8 al 10 giugno, nella ridente località di Camigliatello Silano, ha portato aldiquà dello Stretto non solo il prestigioso trofeo, ma anche i complimenti e l’apprezzamento di tutti i colleghi partecipanti.

Il torneo, organizzato dalla Sezione di Cosenza per ricordare i due giovani colleghi Claudio Pescatore e Marco Gagliardi, prematuramente scomparsi, si è veramente svolto nel segno dell’amicizia e della correttezza. Sei le Sezioni partecipanti: oltre la nostra, erano presenti Salerno, Cosenza, Crotone, Paola e Reggio Calabria.

Le cinque partite del girone per decretare le squadre che si sarebbero incontrate nelle finali, hanno visto altrettante vittorie dei messinesi. I quindici punti ottenuti hanno permesso di classificarci primi a punteggio pieno nella classifica del girone con sei punti di vantaggio sulla rappresentativa della Sezione di Reggio Calabria, che sarebbe stata la nostra avversaria della finale, svolta nel pomeriggio.

Una finale veramente avvincente ed all’altezza delle aspettative, giocata alla presenza di tantissimi colleghi, dei Presidenti delle sezioni partecipanti e del Presidente del Comitato Regionale Arbitri della Calabria, Stefano Archinà. E quando al termine dei due tempi supplementari, il risultato di parità sanciva la nostra vittoria, grazie al migliore piazzamento nella classifica del girone, via libera alle feste ed entusiasmo alle stelle.

Quindi il toccante momento della premiazione con la consegna alla nostra Sezione, da parte dei familiari dei colleghi ricordati, dei Trofei. Premio anche per il nostro bomber Alberto Santoro, capocannoniere del torneo con 6 reti segnate sulle 11 complessive che hanno sancito per la nostra selezione il migliore attacco. Perso per una sola rete il titolo di miglior difesa, nonostante le eccellenti “performances” del portierone Giovanni Spadaro.

Come sempre grande affiatamento e piacevole inserimento di nuovi giovani colleghi, che hanno voluto partecipare alla bella esperienza, dimostrando sin d’ora disponibilità per i futuri tornei. Un plauso a tutti i nostri “campioni”! Tutti bravi, veramente bravi, soprattutto i più giovani che dalla panchina non hanno mai mancato di fare sentire il loro incoraggiamento e che hanno veramente sostituito i colleghi veterani con grande merito.

A corollario di tutto ciò che abbiamo vissuto in campo, le due splendide giornate fatte di passeggiate, di interessanti momenti gastronomici, di piacevoli incontri e conoscenze con i colleghi delle altre sezioni e, come sempre, tanta tanta allegria!

Torneremo certamente con molto piacere nel cuore della Sila l’anno prossimo per riportare indietro la Coppa, che orgogliosamente per questa stagione terremo esposta nella nostra Sezione, e per cercare di farle riattraversare lo Stretto.

E torneremo con la certezza di trascorrere ancora una volta delle meravigliose giornate di sport e di piacevole aggregazione con i simpatici colleghi conosciuti e con tanti altri che sicuramente troveremo.

Il tabellino delle gare:

Messina-Cosenza 1-0 (Santoro); Messina-Paola 2-1 (Santoro, Milici); Messina-Reggio Calabria 2-0 (Iannello, Santoro); Messina-Salerno 4-2 (Milici, Santoro, Santoro, Iannello); Messina-Crotone 1-0 (Santoro); Messina-Reggio Calabria 1-1 d.t.s. (Bruschetta).