Torneo dell’Amicizia e della Memoria 2013

Torneo-dell'Amicizia-e-della-Memoria-2013

Terza edizione per il Torneo dell’Amicizia e della Memoria, indetto dal Comitato Regionale Arbitri, riservato esclusivamente alle 12 Sezioni arbitrali della Sicilia e dedicato a tutti gli associati siciliani scomparsi, illustri e meno, e di cui si conserva carissimo il ricordo e che con questo appuntamento vengono doverosamente onorati, ormai diventato un classico degli appuntamenti per gli arbitri siciliani e lo dimostrano l’impegno, gli sforzi e la passione che tutte le sezioni siciliane mantengono nel prepararsi e nel voler conquistare l’ambito trofeo.

Organizzato quest’anno nello splendido territorio della sezione di Trapani, vincitrice della passata edizione, con diverse sedi logistiche, visto l’elevato numero di partecipanti, con sede principale la Tonnara di Bonagia, antica tonnara del ‘600 convertita in hotel che copre l’intera area dello storico borgo marinaro che si affaccia su un minuscolo porticciolo che anticamente aveva la funzione di riparo per le barche da pesca. La tonnara, nonostante le consistenti trasformazioni subite, è riuscita tuttavia a mantenere, sia pure in ridotta misura, la sua fisionomia originaria di baglio con grande corte centrale, all’interno del quale si trovavano varie costruzioni come una chiesetta (dove il rais con i pescatori prima di affrontare le fatiche della mattanza si raccoglievano in preghiera) attualmente esistente, magazzini, stalle, cucina, forno e mulino.

Altre sedi sono state la villa Zina a Custonaci, dove alloggiavano le rappresentative delle sezioni di Agrigento, Marsala, Enna e Ragusa, e a al centro di Trapani. Anche gli impianti sportivi sono stati due: il campo di Cornino, frazione di Custonaci, e quello di Trapani.

Tre giorni intensi in cui le rappresentative sezionali si sono affrontate con grande correttezza e il giusto spirito agonistico; ha vinto Messina, reduce dalla trasferta in Calabria dove ha trionfato nel memorial “Gagliardi-Pescatore”. La forte squadra peloritana nella gara di finale, giocata a Custonaci e diretta da Michele Cavarretta, con gli assistenti Cassarà e Sanacore, ha sconfitto l’Acireale per due reti ad una, dopo una partita combattuta e di grande equilibrio. I messinesi precedentemente dopo aver vinto il girone di qualificazione, hanno superato nei quarti Trapani e in semifinale Palermo, squadra che si è arresa solo ai tiri di rigori.

Anche l’Acireale aveva ampiamente dimostrato di meritare la finale, superando il girone di qualificazione e battendo ai quarti Caltanissetta ai tiri di rigore e in semifinale superava Catania, sempre ai tiri di rigore. La Coppa Disciplina è stata vinta dalla sezione organizzatrice di Trapani, consegnata dalla signora Annemarie Morace, in rappresentanza del Trapani Calcio. Il premio per il “capocannoniere” del torneo è andato ad Ignazio Milici di Messina che ha marcato sei reti, mentre il miglior portiere è stato Michele Tramontana di Caltanissetta, che ha mantenuto la propria porta, grazie anche al reparto difensivo, inviolata.

Prima della gara di finale è stato osservato un momento di raccoglimento in memoria dei colleghi scomparsi e del Maggiore dei Bersaglieri, Giuseppe La Rosa, originario di Barcellona Pozzo di Gotto, caduto eroicamente in Afghanistan.

La sezione di Trapani, presieduta da Gaspare Cernigliaro, ha “messo in campo” una squadra di associati per la buona riuscita dell’evento. “Abbiamo centrato l’obiettivo impegnandoci ad organizzare questa terza edizione e riuscendo così ad avere a Trapani per la prima volta il presidente nazionale Nicchi”. Molto soddisfatto il commissario straordinario Giuseppe Raciti per la grande partecipazione di tutte le sezioni e per la correttezza con cui si è svolta tutta la manifestazione: “Ci tenevamo – ha sottolineato Raciti – alla presenza del presidente nazionale in un momento così importante per gli arbitri siciliani e per le loro famiglie, e la manifestazione dimostra che tutti hanno compreso il significato dell’evento che ogni anno cresce sempre di più, dove lo sport, il divertimento e la passione associativa hanno ampiamente trionfato”.

La cerimonia di premiazione, svoltasi presso il campo sportivo di Custonaci, alla quale ha presenziato il presidente nazionale, Marcello Nicchi, ha concluso la manifestazione. “E’ stato un anno intenso per i nostri ragazzi – ha concluso Nicchi – i quali hanno diritto a rilassarsi in questo momento che rappresenta una festa per lo sport. Noi continueremo a portare avanti i nostri obiettivi, in un mondo calcistico in cui diamo il nostro grande e costante contributo affinché riesca sempre migliore lo sport, la civiltà, la cultura, le regole e il rispetto. Tutte le sezioni hanno lavorato intensamente portando avanti l’opera iniziata nel rispetto delle regole e nella consapevolezza di portare avanti valori associativi di grande importanza etica e sociale”.

Presenti alla manifestazione anche tutti i presidenti delle 12 sezioni siciliane e i componenti del Comitato Regionale. L’appuntamento per tutti è per l’anno prossimo, per la quarta edizione.

Giuseppe La Barbera

Torneo dell’Amicizia e della Memoria 2013

DSC09145

7 giugno 2013

Girone A

Incontri Classifica

Acireale – Palermo = 1 – 2 Palermo pt. 8

Agrigento – Ragusa = 3 – 1 Acireale pt. 5

Palermo – Agrigento = 0 – 0 (3 – 1 dopo i tiri di rigore) Agrigento pt. 4

Acireale – Ragusa = 0 – 0 (3 – 1 dopo i tiri di rigore) Ragusa pt. 1

Acireale – Agrigento = 1 – 0

Palermo – Ragusa = 3 – 0

Qualificate ai quarti di finale: Palermo, Acireale

Sede di gioco: Comunale di Cornino, frazione di Custonaci

Girone B

Incontri Classifica

Barcellona – Marsala = 0 – 2 Caltanissetta pt. 7

Messina – Caltanissetta = 0 – 0 (3 – 1 dopo i tiri di rigore) Marsala pt. 6

Marsala – Messina = 2 – 1 Messina pt. 5

Barcellona – Caltanissetta = 0 – 1 Barcellona pt. 0

Barcellona – Messina = 0 – 3

Marsala – Caltanissetta = 0 – 1

Qualificate ai quarti di finale: Caltanissetta, Marsala, Messina

Sede di gioco: Campo “R. Sorrentino” di Trapani

Girone C

Incontri Classifica

Trapani – Enna = 1 – 0 Trapani pt. 8

Siracusa – Catania = 0 – 0 (3 – 0 dopo i tiri di rigore) Siracusa pt. 6

Enna – Siracusa = 0 – 1 Catania pt. 4

Trapani – Catania = 2 – 1 Enna pt. 0

Trapani – Siracusa = 1 – 1 (3 – 2 dopo i tiri di rigore)

Enna – Catania = 0 – 2

Qualificate ai quarti di finale: Trapani, Siracusa, Catania

Sede di gioco: Stadio Provinciale di Trapani

8 giugno 2013

Quarti di finale

Palermo – Marsala = 1 – 0

Caltanissetta – Acireale = 0 – 0 (2 – 4 dopo i tiri di rigore)

Sede di gioco: Comunale di Cornino, frazione di Custonaci

Trapani – Messina = 0 – 1

Siracusa – Catania = 0 – 0 (0 – 3 dopo i tiri di rigore)

Sede di gioco: Campo “R. Sorrentino” di Trapani

8 giugno 2013

Semifinali

Palermo – Messina = 2 – 2 (4 – 3 dopo i tiri di rigore)

Acireale – Catania = 2 – 2 (4 – 3 dopo i tiri di rigore)

Sede di gioco: Comunale di Cornino, frazione di Custonaci

9 giugno 2013

Finale

Messina – Acireale = 2 – 1

Sede di gioco: Comunale di Cornino, frazione di Custonaci

Squadra vittoriosa: Messina