Raduno precampionato alle pendici dell’Etna

Sezione di Acireale:
Come di consueto alle pendici dell’Etna, nei giorni 21 e 22 settembre si è svolto il raduno precampionato, per gli arbitri e osservatori dell’organico sezionale. Come relatori sono stati presenti il Vice presidente del Comitato Regionale Arbitri Sicilia Paolo Costa, e per il Settore Tecnico Antonio Di Paola e Cristina Anastasi, della Sezione di Catania.
Il primo giorno, gli arbitri (quasi tutti minorenni) nel pomeriggio hanno completato le previste prove atletiche nell’impianto sportivo comunale di Pedara, dove si sono cimentati nello yo – yo test, con apprezzabili risultati, curati da Domenico D’Arrigo e Riccardo Leotta, con disposizioni sul campo inerenti ai vari posizionamenti e spostamenti.
Subito dopo il Presidente di Sezione Giuseppe Raciti e i vari componenti del Consiglio direttivo sezionale, hanno accolto i giovani fischietti nei locali della struttura alberghiera di Nicolosi, alle pendici dell’Etna, dove i lavori sono continuati con i test interattivi tecnici, che hanno dato delle risultanze buone. Direttive tecniche e comportamentali, visione di filmati di gioco, nonché approfondimenti vari e spiegazione della Circolare numero uno hanno caratterizzato la parte finale della serata.
Nella giornata di sabato, hanno partecipato al raduno anche gli osservatori arbitrali, che hanno eseguito anche loro i quiz tecnici e cimentati con la compilazione della nuova relazione di gara. Si sono soffermati poi su come deve essere eseguito il colloquio con il direttore di gara a fine partita. Presenti anche il delegato e il giudice sportivo della Figc del Comitato di Catania, rispettivamente Teresa Chiara e Danilo Privitera, che dopo i saluti hanno illustrato agli arbitri tutti gli adempimenti da seguire in questa nuova Stagione dei campionati provinciali. Il raduno è stato perfettamente organizzato dal presidente Raciti, e dai suoi collaboratori.
“Impegnatevi al massimo – hanno concluso Costa e Raciti – perché tutti i campionati si preannunciano difficili e non dobbiamo farci trovare impreparati tecnicamente e atleticamente”. A tutti gli ospiti sono stati consegnati degli omaggi a ricordo di questa due giorni molto formativa.

Nunzio Leone