Raduno Pre Campionato Calcio a Cinque

Raduno-Rergionale-C5

Con il raduno per arbitri e osservatori di Calcio a cinque si apre ad Agrigento la settimana dei raduni precampionato organizzati dal Comitato Regionale Arbitri, presieduto da Giuseppe Raciti, nella splendida cornice del Grand Hotel dei Templi e nel campo sportivo sintetico “Bellavia” di Villaggio Mosé, alla cui organizzazione ha coadiuvato il vice presidente del Comitato Regionale Armando Selvaggio e la sezione di Agrigento.

Nel primo pomeriggio i 91 direttori di gara di questa disciplina hanno sostenuto le prove atletiche ai campi “Bellavia” (4×10 e 30 m), controllati dal referente atletico Salvatore Tilotta, e dei componenti regionali Andrea Liga, Marcello Traina e Luigi Pillitteri, e subito dopo sottoposti, assieme ai 19 osservatori, alle accurate visite mediche (peso, altezza, indice di massa corporea e visus naturale e corretto) compiute dal fiduciario medico Salvatore Salamone, collaborato da Fabio Barone e Giuseppe La Cara.
Alle 18,00, puntuale l’apertura ufficiale dei lavori nella sala riunione della struttura alberghiera in cui il presidente Raciti ha evidenziato come anche quest’anno si sia voluto allestire quest’importante incontro all’inizio della stagione nella stessa sede del raduno per gli arbitri e gli osservatori di Calcio a 11. “Facciamo parte della stessa grande famiglia, l’AIA – ha affermato – ed è giusto che ci sia pari dignità tra Arbitri, in qualunque disciplina essi operano”. Tra l’altro proprio questa disciplina ha raggiunto ormai un livello di professionalità molto elevata e questa Commissione dà il giusto peso al Calcio a Cinque, al quale intende dedicare gli stessi spazi e le stesse opportunità dati al Calcio. “E’ un investimento che l’associazione fa verso di voi – continua Raciti – per prepararvi e formarvi; vogliamo arricchire questa disciplina in Sicilia valutando anche aspetti importantissimi come quello comportamentale e psicologico, a cui teniamo molto, e su cui lavoreremo molto”.

Il presidente Raciti ha anche comunicato che nel Calcio a Cinque, da quest’anno sarà introdotto il progetto UEFA del Talent e Mentor che ha avuto un grande successo applicativo nel calcio, nominando quale mentor il collega Salvo Spata della sezione di Trapani per seguire giovani con determinate caratteristiche e accompagnarli nel loro percorso di crescita.

Invitati al Raduno anche i responsabili sezionali del Calcio a Cinque proprio per individuare già alla base elementi meritevoli sui quali l’intera regione possa puntare con la collaborazione dei presidenti sezionali.

Il responsabile del calcio a cinque Andrea Liga prima di illustrare le novità regolamentari, ha informato sulle nuove mansioni svolte all’interno dei componenti: Liga si occuperà della serie C1 e Traina della C2; ha poi puntato l’attenzione sul briefing pre-gara, sull’accettazione della gara, sulla stesura del rapporto. Molto seguito l’articolato intervento di Domenico Guida (sezione di Lecco) da sei anni nel settore tecnico, che ha illustrato con l’ausilio delle slides la circolare n. 1 e linee guida di alcune regole per uniformare tutte le categorie alle interpretazioni UEFA. Numerosi gli interventi da parte degli arbitri e osservatori alle cui domande ha fornito interpretazioni oggettive su alcuni episodi per una corretta valutazione. “Mantenere – ha concluso Guida – fino alla fine la massima concentrazione per poter valutare correttamente ogni situazione”.

Dopo il saluto del vicepresidente del Comitato Regionale Armando Selvaggio che si è dichiarato contento che il Calcio a Cinque ritorna dopo due anni ad Agrigento, la sua città, e di aver riservato a questa disciplina l’attenzione che merita, gli arbitri e osservatori hanno dovuto affrontare i quiz interattivi che quest’anno presentavano non solo le domande con le risposte di vero o falso, ma la novità della presenza di alcune domande a risposta multipla.

Ha concluso l’intensa giornata Andrea Liga, prima della cena, evidenziando le anomalie che sono emerse nella passata stagione sportiva, esortando i presenti ad evitarle e infine ha sollecitato i delegati sezionali a formare nelle proprie sezioni un consistente organico di arbitri e osservatori in tale disciplina.

Nel secondo giorno, la ripresa dei lavori con la relazione e il commento dei risultati dei test atletici da parte del preparatore atletico Tilotta, i risultati dei test tecnici, e gli interventi del presidente regionale Raciti, il vice presidente Salvaggio e di Silvio Bevilacqua, Responsabile Regionale FIGC del Calcio a Cinque, che ha sottolineato l’importanza di questa disciplina in regione che rappresenta una risorsa per il Comitato regionale, con tante società affiliate. Subito dopo gli arbitri hanno continuato l’analisi delle direttive tecniche e comportamentali con il componente Marcello Traina, mentre gli osservatori si sono spostati in un’altra sala dove hanno avuto modo di analizzare con Andrea Liga e Domenico Guida la stesura della relazione e i criteri di valutazione per affrontare con professionalità la nuova stagione sportiva.

Giuseppe La Barbera

Foto 1: foto di gruppo degli arbitri, osservatori e componenti regionali;

Foto 2: da sinistra Marcello Traina, Luigi Pillitteri, Armando Salvaggio, Giuseppe Raciti, Andrea Liga e Domenico Guida;

Foto 3-4-5: alcuni momenti dei test atletici;

Foto 6: Domenico Guida;

Foto 7: L’intervento di Andrea Liga;

Foto 8: L’intervento del vice presidente Armando Salvaggio.

Foto di Gigi La Vaccara (sezione di Enna)