La conviviale di Agrigento con Stefano Farina

conviviale-agrigento-stefano-farina

Chiusura di fine anno col botto per gli associati di Agrigento, che nella loro conviviale di giorno 11 giugno hanno avuto il piacere di ospitare Stefano Farina, capo della CAN D ed arbitro internazionale di assoluto livello. Farina ha intrattenuto l’affollato uditorio, purtroppo per pochi minuti dato il corposo programma della serata, con un discorso in cui ha toccato alcuni punti, tra cui il suo metodo di lavoro improntato alla assoluta trasparenza e che privilegia la meritocrazia.

Un altro dirigente di altissimo livello, quindi, è venuto quest’anno nella città siciliana, dopo il Presidente dell’AIA Nicchi ed il suo Vice Pisacreta. Ma tantissimi erano gli ospiti ed i dirigenti che il Presidente Armando Salvaggio ed il suo Consiglio Direttivo Sezionale hanno voluto che fossero presenti per questa festa vissuta in un’atmosfera familiare: dal Presidente del CRA Calabria, Stefano Archinà (accompagnato dal componente Francesco Milardi, anche loro di ritorno ad Agrigento), al Presidente CRA Sicilia, Saro D’Anna, dal componente CAI Michele Cavarretta, all’assistente alla CAN Michele Giordano, dal Delegato del locale Comitato FIGC, Salvatore Sajeva al componente il Settore Tecnico Salvatore Marano, dagli osservatori alla CAN, Matteo Bernardone e Giuseppe Canzone, al Vice CRA Sergio Grosso, dall’arbitro alla CAN PRO Michele Gallo ai Presidenti di Sezione Olindo Ausino (Acireale), Biagio Girlando (Marsala), Giuseppe Abbate (Siracusa) e Gaspare Cernigliaro (Trapani).

Ed ancora molti altri erano i presenti, così come i ragazzi agrigentini premiati nel corso della serata, a testimonianza dell’ottima stagione sportiva vissuta dalla Sezione, che ha registrato due esordi in Eccellenza, tre in Promozione, uno in Serie C1 di Calcio a cinque, sei debutti in Seconda categoria e cinque in Terza; degli ultimi undici ragazzi quasi tutti sono minorenni. Durante la serata sono stati inoltre consegnati i premi sezionali decisi dal Consiglio Direttivo: il “Giuseppe Chiaramonte” per l’arbitro OTR particolarmente distintosi è stati assegnato a Pietro Bennici, il premio “Empedocle Mangione” per l’assistente OTR è stato consegnato ad Alfonso Saieva, il premio “Ulisse Arancio” per l’arbitro OTS è stato consegnato a Roberto Vella, il “Pietro Arancio” per l’Osservatore OTS lo ha vinto Antonino Sciabarrà e il “Filippo Lentini” per l’arbitro nuovo immesso particolarmente distintosi è stato attribuito a Giuseppe Girgenti.

Riconoscimenti hanno avuto anche Giuseppe Liberto, Presidente onorario della Sezione, per il 50° anno di tessera, Carmelo Taormina per il 40°, Salvatore Fucà per il 30° e Bernardino Di Pumpo per il 20°. Una sontuosa cena di gala ha concluso la serata, magnificamente organizzata fin nei minimi particolari dal dinamico Presidente Salvaggio con l’ausilio dei suoi consiglieri.

Rodolfo Puglisi

Foto: da sx Giordano, Cavarretta, Salvaggio, Farina, D’Anna, Archinà, Sajeva.