Il Calcio a 5 inizia la settimana dei raduni

Raduno-Arbitri-Calcio-a-5

E’ toccato alla città di Enna ospitare il primo raduno stagionale del Comitato Regionale Arbitri, presieduto da Rosario D’Anna, dedicato agli Arbitri ed agli Osservatori di Calcio a 5. La sempre maggiore importanza assunta da questa disciplina ha fatto sì che per la prima volta questo incontro precampionato, per volontà di D’Anna, si tenesse in due giorni, l’1 ed il 2 settembre, in modo da approfondire per bene le argomentazioni relative a questo sport.

Nella mattinata del primo giorno si sono tenuti i test atletici presso il Campo di Atletica “Nino Pregadio” di Enna Bassa, al termine dei quali gli arbitri si sono recati in un vicino hotel per sistemarsi nelle proprie camere.

Dopo il pranzo e l’arrivo degli Osservatori e dei Delegati Sezionali, con l’intervento di Filippo Tilaro, Presidente della Sezione di Enna, chiamato affettuosamente da D’Anna “padrone di casa”, si è aperto ufficialmente il Raduno, al quale hanno partecipato come relatori od ospiti, oltre al rinomato Presidente Rosario D’Anna, i componenti CRA che si occupano di Calcio a 5, Andrea Liga e Luigi Pillitteri, il rappresentante dell’AIA presso il Giudice Sportivo per il Calcio a 5, Marcello Traina, il Componente del Settore Tecnico C5, Ferruccio Alessandro Barbuto, e i Presidenti Sezionali di Catania, Caltanissetta, Trapani e Siracusa, rispettivamente Cirino Longo, Calogero Schifano, Gaspare Cernigliaro e Giuseppe Abbate.

Dopo i saluti di rito, ha preso la parola Barbuto, con una lezione dal punto di vista tecnico molto dettagliata, che ha suscitato la massima attenzione degli Arbitri e dei Delegati Sezionali per le novità e per l’approccio così analitico alle tematiche trattate.

Mentre gli Arbitri erano impegnati nel salone principale, Luigi Pillitteri, in una saletta più piccola, ha discusso con gli Osservatori sui criteri di valutazione riguardo la prestazione arbitrale, le considerazioni e le argomentazioni oggetto di discussione negli spogliatoi e le anomalie riscontrate nelle relazioni redatte nella stagione precedente.

Nel pomeriggio, Arbitri ed Osservatori hanno anche effettuato le visite mediche, in una saletta adibita, esaminati dal Fiduciario medico, Dott. Salvatore Salamone.

Alla fine della giornata sia gli Arbitri che gli Osservatori hanno effettuato i nuovi Test regolamentari, 25 domande con risposta “Vero” o “Falso” entro 10 secondi per ciascuna.

L’indomani mattina, la ripresa del raduno ha visto dapprima la discussione ed il commento relativo ai Test regolamentari, poi la trattazione sulla Circolare n. 1 e su altre novità quali l’introduzione dell’under 23 nel Campionato di C1.

Nella tarda mattinata sono intervenuti gli ospiti, tra i quali l’Assessore allo Sport del Comune di Enna, Emanuela Guarasci, che ha gradito questa iniziativa che permette di far conoscere ed apprezzare la città centro-sicula in tutta la regione. Tra gli interventi anche quello di Silvio Bevilacqua, Responsabile per il Calcio a 5 del Comitato Regionale della FIGC, che si è reso partecipe e pioniere dell’iniziativa relativa all’immissione obbligatoria in via sperimentale dell’under 23 nel massimo campionato regionale.

Filippo Tilaro ha presentato alla platea inoltre il Delegato Provinciale ennese della FIGC, Salvatore Marano, e il Vice Presidente del CRA Sicilia Giuseppe Raciti. Al termine della due giorni la consegna di alcuni pensieri agli ospiti e le foto di gruppo degli Arbitri e degli Osservatori.

Gigi La Vaccara

Nella foto, la forza arbitrale siciliana nel Calcio a 5.

Galleria Fotografica del Raduno