Esordio in Serie C1 di Calcio a 5 per Leone di Acireale

foto nunzio aia 008

Nunzio Stefano Leone, classe 1980, arbitro effettivo della Szione di Acireale, dopo essere transitato nel Calcio a Cinque, ha recentemente debuttato in Serie C1 nella gara “Peloro Messina – Futsal Puntese”.

Lo abbiamo incontrato in Sezione e gli abbiamo posto alcune domande.

– Nunzio, che differenza hai trovato nell’arbitrare il Calcio a Cinque rispetto al Calcio?

Arbitrare è stata per me sempre la mia passione e spero di farlo fin quando l’AIA me lo permetterà. Per me tanta differenza non l’ho trovata; certo, cambiano le regole ma l’amore per questo genere di sport continua a restare. Già per me solo la designazione e la preparazione per andare ad arbitrare mi riempie di gioia. Il gioco del Calcio a Cinque è un gioco veloce, che richiede una maggiore preparazione atletica, senza ovviamente tralasciare l’aspetto regolamentare.

– Eri emozionato all’esordio della gara di Serie C1?

Si un po’ di emozione c’era, però dopo i primi istanti di gara è subentrata la concentrazione.

– Serie C1 si arbitra in due. Come ti sei trovato ed il rapporto con il collega?

Mi sono trovato bene, anche perché c’è stata una buona intesa col collega Vincenzo Brischetto, uno dei migliori arbitri regionali, che è, tra l’altro della mia stessa Sezione. Le decisioni prese da entrambi sono state uniformi durante la partita.

– C’è qualcuno che ti senti di ringraziare?

Si, innanzitutto il nostro Presidente regionale, Saro D’Anna, che mi è stato sempre vicino, e per questo lo ringrazio immensamente. Poi tutti coloro che mi hanno dato l’opportunità di fare l’esordio, senza dimenticare i colleghi della mia Sezione, con in testa il Presidente Olindo Ausino, che mi hanno sempre incoraggiato. L’esordio in C1 lo vedo non come un punto di arrivo ma come un trampolino di lancio per il futuro.

Tanti auguri, Nunzio, che da pochi giorni è diventato papà di una bellissima bambina di nome Elena.