Esordio in Promozione per Vincenzo Rosano di Messina

Vincenzo Rosano

Vincenzo, hai esordito in Promozione, ci vuoi descrivere le sensazioni che hai provato?

L’esordio in Promozione è stata un’esperienza desiderata sin da quando ho intrapreso questa attività. Prima della gara ero molto emozionato, ma appena ho fischiato l’inizio l’emozione è svanita.

Da quando arbitri?

Il mio esordio assoluto è stato il 7 novembre 2005, all’età di 17 anni. Da allora la passione di arbitrare è cresciuta in me giorno dopo giorno. Sono riuscito ad ottenere dei buoni risultati ed a togliermi qualche soddisfazione, l’ultima delle quali appunto è stata l’esordio in Promozione.

Come è stato il rapporto con gli assistenti?

Ottimo. Sinceramente mi aspettavo peggio, dato che ho sempre arbitrato da solo, ed invece c’è stata grande intesa. Mi hanno aiutato molto e per questo li ringrazio, perché con la loro esperienza hanno reso la mia prestazione più agevole.

C’è qualche persona che vuoi ringraziare per aver raggiunto questo traguardo?

Si certo, anche se le mie sembreranno frasi di circostanza; ma ovviamente per questo traguardo che ho raggiunto ringrazio tutti i colleghi della mia Sezione, perché è anche grazie a loro che sono cresciuto ed arrivato fin qui. In particolar modo vorrei ringraziare il Presidente, Orazio Postorino; a lui devo tanto perché mi ha formato molto dal punto di vista arbitrale. Poi Enzo Meli, che ha creduto molto in me ed in questi anni mi ha sempre sostenuto ed incoraggiato. Ancora, Massimiliano Lo Giudice, perché grazie ai suoi consigli ho imparato cosa vuol dire “spirito di sacrificio”, che è fondamentale ed essenziale per arrivare a certi traguardi. Ringrazio anche il Presidente del CRA, Rosario D’Anna, che mi ha dato l’opportunità di raggiungere questo obiettivo, che però è ormai messo alle spalle perché da adesso penserò al prossimo.