D’Anna: “La Sezione punto di partenza per ogni arbitro”

Il-Cra-Sicilia-a-Ragusa

Annuale incontro con gli associati ragusani quello tenuto il 4 novembre dal Presidente regionale, Rosario D’Anna, accompagnato per l’occasione dal componente regionale Totò Contino. Hanno partecipato anche il Presidente provinciale della FIGC, Giuseppe Cicciarella, il sostituto giudice sportivo provinciale Vito Iacono e Gino Giacchi dell’Associazione Allenatori di Calcio.

Dopo il saluto del Presidente della Sezione, Andrea Battaglia, e del suo Vice, Michele Tasca, il Presidente Rosario D’Anna ha illustrato per circa due ore, nel corso della lezione tecnica sezionale, i programmi dell’AIA regionale per la nuova stagione 2011-2012, dalle novità regolamentari alle normative associative, alla stesura dei rapporti di gara alle norme comportamentali, passando in rassegna le qualità, le prospettive e le caratteristiche degli arbitri, degli assistenti e degli osservatori della Sezione a disposizione dell’Organo Tecnico Regionale. “Grande Attenzione – ha ricordato il Presidente – va dedicata ai giovani fischietti che entrano nel nostro ambiente attraverso i corsi arbitri, per il reclutamento dei quali serve la collaborazione di tutti, affinché sempre giovani forze arricchiscano la nostra Associazione”.

D’Anna ha poi sottolineato il trend positivo avuto dalla Sezione di Ragusa in questi ultimi anni nei vari settori, dimostrando grande impegno e straordinaria partecipazione ai programmi regionali, ed ha ricordato a tutti che “la Sezione è e resta sempre il punto di partenza e di arrivo di ogni arbitro, e tutti sono partecipi delle attività dell’AIA nel rispetto dei loro ruoli, contribuendo ciascuno con le proprie capacità e disponibilità. Per fare l’arbitro sono necessari allenamenti costanti, sacrifici, voglia, passione, principi e solidi valori associativi”.

Il componente Totò Contino ha posto l’attenzione sugli incidenti e le aggressioni che si registrano ogni settimana in regione che collocano la Sicilia tra le regioni più colpite dal fenomeno in Italia. Ci si sta impegnando su tutti i fronti, con sanzioni sempre più severe sia per gli aggressori che per le società, invitando tutti gli arbitri e assistenti a descrivere con precisione gli episodi di violenza che si verificano nei campi, per poter dare la possibilità di prendere le opportune decisioni e permettere il monitoraggio del fenomeno.

Ha preso poi la parola Giuseppe Cicciarella, presidente della FIGC provinciale, che ha illustrato i nuovi campionati provinciali, dalla terza categoria, al calcio a cinque e al settore giovanile, sottolineando l’impegno a cui sono chiamati gli arbitri della provincia per coprire le 75 partite settimanali.

Anche Gino Giacchi dell’Associazione Allenatori ha voluto dare il benvenuto al Presidente regionale e il saluto a tutti gli associati, confermando come sempre la propria disponibilità e collaborazione alle attività associative, anche per una maggiore preparazione ed un più assiduo contatto con i giovani arbitri.

Ha concluso la serata il Presidente ragusano, Andrea Battaglia, che ha spiegato lo sforzo fatto in questi anni dalla Sezione e di tutti i collaboratori per il raggiungimento degli ottimi risultati, sottolineando gli obiettivi che si vogliono raggiungere quest’anno, tra cui quello di portare il numero degli associati a 150 tesserati dagli attuali 120 circa, per far fronte alle esigenze sempre crescenti dell’attività agonistica provinciale e regionale, per cui è già partito il nuovo corso arbitri a cui partecipano circa 40 nuovi giovani di tutta la provincia.

Giuseppe La Barbera

Nella foto, l’intervento di D’Anna; seduti, da sn. Tasca, Contino, Cicciarella, Battaglia, Giacchi.