D’Anna: “Bisogna avere voglia di amare l’attività”

DAnna-a-Caltanissetta

Ancora un appuntamento per il dinamico Presidente regionale, Rosario D’Anna, che venerdì 18 novembre si è recato nella Sezione di Caltanissetta, accolto dal Presidente Calogero Schifano e da moltissimi associati. D’Anna per l’occasione era accompagnato dal componente CRA Luciano Agueci e dal referente della rivista “L’Arbitro” Rodolfo Puglisi. Presenti anche il Delegato locale della F.I.G.C., Michele Scarantino, il vice CAI Giorgio Vitale ed il componente del Settore Tecnico, Domenico Amico.

Nell’introdurre la serata Schifano ha sottolineato che “Caltanissetta c’è sia dal punto di vista organizzativo che tecnico”. “In questi tre anni di Presidenza regionale – ha continuato il Presidente nisseno – abbiamo imparato ad apprezzare Rosario D’Anna perché è una persona che si è dimostrata coerente e corretta”.

Quindi l’intervento di oltre un’ora del capo degli arbitri siciliani, che ha toccato molti punti partendo dalla constatazione che la Sezione di Caltanissetta tre anni fa aveva un numero di arbitri di poca esperienza in quanto nuovi immessi, che adesso si stanno valorizzando nei campionati regionali. “Questa Sezione – ha ribadito – più di altre consorelle ha dimostrato che la strada da imboccare è quella della valorizzazione dei ragazzi, seguendoli e formandoli. E non poteva essere diversamente dato che il discorso tecnico si sviscera tra le mura sezionali con colleghi più anziani ed esperti, e qui ce ne sono tanti. Solo chi non frequenta la Sezione e non si aggiorna continuamente è un “arbitro fai da te” che si porterà dietro dei difetti strutturali che col tempo sarà difficilissimo eliminare”.

Quindi D’Anna ha continuato lanciando l’idea di una sfida tecnica all’interno delle Sezioni, consistente nell’affidare dei giovani arbitri ad alcuni osservatori per una formazione completa. “Bisogna andare nei campi ad accompagnare i ragazzi, – ha asserito – a sentire il clima della periferia, perché tutto parte dalla passione e dalla voglia di amare questa attività.”

La serata si è conclusa in un ristorante del centro cittadino in un clima di convivialità.

fonte: www.aia-figc.it

Nella foto, da sn. Schifano, D’Anna, Scarantino e Agueci.