Conviviale 2013 della Sez. di Palermo

Conviviale-Sez.-di-Palermo

Si è celebrata nella serata di venerdì 5 luglio la cerimonia conviviale di fine stagione della Sezione di Palermo, nella splendida cornice offerta dalle Officine Baronali. Una festa, per gli arbitri palermitani. Un evento che nessuno dimenticherà.

E’ stato infatti un duemilatredici straordinario per la “Peppino Cirone”, che dopo sette anni dall’ultima presenza di Stefano Cassarà, riporta alla C.A.N. B un proprio arbitro, il giovanissimo Francesco Paolo Saia.

Francesco, dopo quattro anni di C.A.N. Pro, impreziositi dalla Finale di Coppa Italia Primavera, approda nella “serie cadetta” insieme al compagno di viaggio ed illustre ospite della serata, l’assistente Antonino Santoro della Sezione di Catania.

La serata si è aperta con la presentazione delle risultanze ufficiali della trascorsa stagione sportiva da parte del Presidente Fabio Cigna, alla sua prima Conviviale dopo la brillante elezione dello scorso maggio.

Una stagione che andrà negli annali” – così Cigna innanzi agli illustri ospiti, tra cui il Componente del Comitato Nazionale Rosario D’Anna ed il neo confermato Presidente del Comitato Regionale Giuseppe Raciti. “La Sezione di Palermo (rectius, la Sezione Sicilia) spera di aver aperto un ciclo, che valorizza il lavoro di tutta la squadra, e di chi mi ha preceduto,” ringraziando il lavoro fatto in questi anni dall’ex Presidente Fabio Cardella, ora al Settore Tecnico, e da Nicola Saia, premiato nell’occasione per l’impegno profuso nella formazione dei giovani arbitri dell’Organo Tecnico Sezionale.

Premiati i nuovi C.A.N. Pro, Luigi Pillitteri nel ruolo arbitri, Daniele Argento e Danilo Ruggeri nel ruolo assistenti. Targa ricordo anche per Vincenzo Madonia, che raggiunge la C.A.N. D, Mario Saia ed Ignazio Pennino che si aggregano alla squadra C.A.I. di Giannoccaro.

Brilla anche il movimento del Calcio a 5, con Tullio Graziano che transita alla C.A.N. 5, a conferma dello straordinario lavoro di formazione del Responsabile sezionale ed Osservatore C.A.N. Antonino “Nuccio” Ignazzitto. Vittoria “en plein” per la Sezione che per l’ottavo anno di fila annovera Giuseppe Canzone nei quadri della C.A.N. A come osservatore e per il secondo anno Massimo Arena alla C.A.N. B, e Giacomo Bongiorno che si aggrega agli osservatori nazionali C.A.I. Un calorosissimo applauso è andato anche a Pietro Liga e Cosimo Zicchitella, premiati per aver raggiunto i cinquanta anni di tessera, un monumento di fedeltà all’Associazione Italiana Arbitri.

Nel corso della cerimonia il Presidente Cigna ha istituito il primo Premio Tamburello, in nome del mai dimenticato Alfredo, prematuramente scomparso e talento di sicuro avvenire della nostra Sezione. Il premio è andato al collega Giuseppe Biondo, che rappresenterà l’Italia – e la Sezione – ai prossimi Campionati Mondiali Allievi di Atletica Leggera.

Durante la cena, il Presidente ha voluto omaggiare i neo 80 immessi dell’ultimo corso arbitri con una pergamena ricordo, augurando, infine, a tutti i presenti, un grosso in bocca al lupo per l’imminente stagione sportiva.

Andrea Capone

Nella foto, la villa patrizia nel quartiere San Lorenzo dove si è svolta la conviviale.