Squillace: “In Sezione la formazione di ognuno di noi”

Squillace-ad-Enna

Durante la Riunione del 9 marzo abbiamo avuto l’occasione di incontrare un illustre ospite, Francesco Squillace, componente della CAN D ed ex arbitro di Serie A.

Dopo la presentazione di rito da parte del Presidente sezionale, Filippo Tilaro, Squillace ha iniziato la sua relazione volendo sentire ognuno dei presenti, specialmente i ragazzi, chiedendo loro il ruolo e la categoria nella quale ha arbitrato ultimamente. Tutto ciò per introdurre un tema che ha destato grande interesse tra gli intervenuti, cioè l’intuizione tattica del gioco delle squadre che si incontrano sui campi. Infatti assumendo decisioni con intelligenza e determinazione e “masticando” calcio spesso e con la giusta dose di ambizione, secondo l’ospite si può arrivare a dirigere nelle categorie superiori.

Squillace ha continuato parlando dell’importanza della Sezione, vista soprattutto come momento formativo dei direttori di gara. La Sezione è sia il punto d’inizio che anche quello di ritorno dal viaggio che ogni arbitro fa per le categorie regionali e nazionali.

Squillace ha inoltre spiegato che ogni elemento quando viene inserito nei quadri nazionali deve già possedere alcune peculiarità e doti che ha già appreso e coltivato in quella continua Scuola di Formazione che è la Sezione; pertanto il direttore di gara potrà quindi ricevere solo nozioni di tecnica arbitrale.

Successivamente sono stati proiettati dei filmati di partite di Serie D, ed attraverso il commento dei movimenti degli arbitri, il relatore ha fatto notare che un arbitro può essere definito futuribile o no analizzando il suo movimento.

Dopo un’ora e mezza di una lezione apprezzata dai presenti, Filippo Tilaro ha fatto consegnare ai ragazzi dell’ultimo corso un dono all’ospite in segno di riconoscenza e di ringraziamento per il bell’incontro.

La serata è proseguita in un ristorante locale, dove Squillace ci ha fatto tesoro dei suoi aneddoti.

Gigi La Vaccara

Nella foto, Francesco Squillace, al centro, tra i dirigenti sezionali.