Sergio Grosso e l’importanza dei valori associativi

Sergio-Grosso-ad-Agrigento

E’ entrato quasi in punta di piedi in Sezione, nonostante i suoi 39 anni di appartenenza alla nostra Associazione. Sergio Grosso infatti è diventato Arbitro nella stagione sportiva 1973/74 e durante la sua attività è stato a disposizione della CAN D in qualità di Osservatore Arbitrale, mentre da dirigente è stato Presidente dei Collegio dei revisori dei conti della Sezione di Palermo, successivamente Procuratore Regionale AIA, Componente della Commissione Disciplinare Regionale e Ispettore Tecnico Nazionale; inoltre è stato Vice del Commissario Renato Di Matteo alla CAR ed attualmente del Presidente regionale Rosario D’Anna.

Sergio, lo scorso 24 febbraio, è stato autore di una stupenda lezione a tutto campo arrivando a conquistare l’intera platea composta da arbitri e dirigenti di tutte le età. I giovani agrigentini l’hanno conosciuto tramite la presentazione del presidente Armando Salvaggio.

Con Sergio era presente il Componente CRA Vincenzo Zampardi, responsabile degli arbitri inquadrati in Prima categoria, il quale durante il suo intervento ha voluto sottolineare l’ottima preparazione degli arbitri agrigentini a sua disposizione, evidenziando che negli ultimi tre anni la Sezione ha proposto sedici arbitri, di cui tredici hanno già debuttato nel campionato di Promozione.

Successivamente interveniva il componente CRA Totò Contino, associato agrigentino, che ha sottolineato che nel ruolo degli Assistenti regionali la rappresentanza sezionale si trova al primo posto come età media in organico e, sicuramente, questo importantissimo dato proietta la Sezione in una posizione che potrebbe dare ottimi frutti per il futuro.

A seguire l’intervento del Presidente Onorario, Giuseppe Liberto, che ha dato il benvenuto ai nuovi arbitri che hanno brillantemente superato gli esami del mese di gennaio.

A questo punto prendeva la parola Sergio che, nel portare i saluti del Presidente D’Anna, ha ringraziato il Presidente Armando Salvaggio e tutto il Consiglio Direttivo per il gradito invito e, rivolgendosi alla platea, ha voluto evidenziare il clima che oggi aleggia all’interno dell’organizzazione della nostra Associazione, rimarcando in questo contesto il lavoro svolto e l’impegno profuso dal Presidente Nazionale Marcello Nicchi e dal suo gruppo dirigente, esaltando come queste profonde motivazioni vengano recepite dalla base. Infatti anche nella nostra regione, in ogni manifestazione a cui ha partecipato si sente dire la denominazione “Sezione Sicilia” a testimonianza del fatto che l’AIA di oggi pone la sua attenzione all’attività tecnica, senza trascurare quella associativa.

La serata si è conclusa in un ristorante del centro cittadino, dove immersi in un’atmosfera piacevole sono stati raccontati alcuni aneddoti di “vita arbitrale” trascorsa sui campi da alcuni colleghi oggi dirigenti.

Nella foto, da sn. Liberto, Grosso, Salvaggio, Zampardi, Contino.