Riunione Tecnica plenaria con Mauro Felicani

Riunione-Tecnica-plenaria-con-Mauro-Felicani

Dopo il 10 dicembre, data in cui è avvenuta la visita del Presidente dell’AIA Marcello Nicchi, nuovamente un ospite di prestigio per la sezione “Mario Abela” di Siracusa: il 10 febbraio è intervenuto durante la riunione tecnica plenaria il componente della Commissione Arbitri Interregionale, Mauro Felicani della sezione di Bologna. A fare gli onori di casa è stato il Presidente di sezione, Giuseppe Abbate, il quale ha salutato gli ospiti intervenuti, e cioè il componente CAI Giorgio Vitale (della sezione di Caltanissetta), il Presidente del CRA Sicilia, Rosario D’Anna, il componente CRA Salvatore Occhipinti ed il Referente regionale della rivista L’Arbitro, l’acese Rodolfo Puglisi.

Il Presidente D’Anna ha fatto un discorso ai giovani arbitri aretusei sulla futuribilità che si può avere arbitrando. Mauro Felicani, dopo aver portato i saluti del Commissario della CAI, Carlo Pacifici, e di tutti gli altri componenti, ha relazionato sul regolamento del giuoco del calcio. A suo modo di vedere potrebbero essere apportate delle modifiche di interpretazione su alcune regole. L’unica regola che dovrebbe essere cambiata per l’ex arbitro di Serie A, è la numero 10, perché nel 2011 non è concepibile che non venga convalidata una rete se non si è in grado di stabilire se il pallone abbia o no oltrepassato la linea di porta, penalizzando così una squadra.

Dovrebbe essere prevista la possibilità di apportare un mezzo tecnico nel pallone con un sensore piazzato tra i pali. Felicani si è poi soffermato su tre punti che nell’arbitraggio sono fondamentali: Vedere – Valutare – Decidere. Infatti un arbitro in una frazione di secondo deve compiere questi tre aspetti fondamentali anche se tutto ciò è molto difficile. Il componente CAI ha concluso poi la riunione formulando un caloroso in bocca al lupo a tutti gli associati presenti. La serata si è poi conclusa con una conviviale in un noto locale nell’isola di Ortigia.

Alessio Boscarino

Nella foto, da sn. Abbate, Felicani, D’Anna, Vitale.