Riunione di Redazione per la Rivista L’Arbitro

8518

Annuale incontro con i referenti regionali della Rivista L’Arbitro a Roma presso la nuova sede dell’AIA a cui hanno preso parte il Vice Presidente AIA Narciso Pisacreta e il segretario dell’AIA Francesco Meloni.
Presenti all’incontro il direttore Mario Pennacchia, i tre coordinatori Nazionali (Alessandro Paone, Rodolfo Puglisi e Carmelo Lentino), e tutti i referenti regionali, in rappresentanza delle varie regioni italiane, che costituiscono un gruppo di lavoro ben affiatato che, attraverso i 211 referenti, lavora per informare e comunicare all’esterno tutte le attività tecniche e associative dell’Associazione attraverso diversi canali di comunicazione (rivista, siti internet).Pisacreta ha voluto ribadire l’importanza crescente dell’informazione distinguendo tra i vari modi di fare comunicazione. “Siete le sentinelle dell’Associazione dislocate sul territorio per raccontare le storie e i fatti di un’associazione che non ha eguali in tutto il mondo. Si parla spesso di rating, spread e differenziale ma nel nostro caso siamo noi il punto di riferimento per le altre realtà arbitrali. Comunicare agli altri è importante per rendere un servizio. A voi spetta il compito di fare sintesi per dare un contributo di qualità sui vari mezzi di comunicazione a disposizione dell’AIA: rivista, sito web e nuovi media come twitter”.

home_8518
Il direttore Mario Pennacchia ha sottolineato tutti gli aspetti che fanno della rivista un punto di riferimento dell’intera Associazione e l’impegno non indifferente di tutti i collaboratori che ogni due mesi confezionano un numero gi grande qualità e interessante per la storia della nostra attività.
Alla riunione, attraverso le relazioni di Paone, Puglisi e Lentino, sono state illustrate le disposizioni per la pubblicazione delle news dalla periferia sul sito web istituzionale e il metodo di lavoro per realizzare le 52 pagine di ogni numero della rivista l’Arbitro. Oltre a discutere confrontandosi su diversi aspetti si è introdotta l’analisi di diverse questioni legate alla comunicazione e poi presentati alcuni progetti e idee da sviluppare.

3
La Rivista poi il prossimo anno festeggerà 90 anni e quindi ci si prepara per organizzare un evento celebrativo per quello che è non solo un periodico ma anche l’unica memoria storica della nostra Associazione. Un tesoro inestimabile che si cercherà di implementare e digitalizzare per mettere a disposizione di arbitri, addetti ai lavori e curiosi tutte le informazioni di una realtà, come quella arbitrale italiana che ha tagliato il traguardo dei 100 anni e che viene ormai presa a riferimento dalle altre federazioni per gestione, preparazione tecnica ed atletica, formazione e modo di operare.