Nunzio Manusè e l’importanza della “squadra arbitrale”

Manuse-alla-Sez.-di-Catania

Venerdì 23 marzo nella sala “Pietro Giallanza” della sezione catanese “Diego Garofalo”, gremita per l’occasione da giovani associati, si è svolto l’ incontro con il componente del Settore Tecnico, Nunzio Manusè, appartenente alla sezione di Acireale.

L’ospite, presentato dal presidente sezionale Cirino Longo, ha illustrato una serie di slide preparate per un raduno nazionale andato in scena a Coverciano nell’agosto del 2011.

Nel calcio moderno le partite di calcio vengono dirette da una “squadra arbitrale” in cui gli assistenti, non più “guardalinee”, hanno una funzione fondamentale nella direzione di una gara. La figura arbitrale, ha proseguito Manusè, nacque nel 1848, e nel 1891 l’arbitro era un cronometrista fuori dal campo.

Oggi la squadra arbitrale è composta da atleti e giudici che devono essere sempre vicino all’azione per poter decidere nel miglior modo possibile. Manusè ha inoltre sottolineato l’evoluzione della figura dell’assistente, un tempo quasi “portaborse” del direttore di gara, poi “segnalinee” fino a giungere allo status di assistente con grandi responsabilità.

Il presidente sezionale Cirino Longo, alla fine dell’intervento di Manusè, ha ringraziato calorosamente il componente del Settore Tecnico, ricordando la gradita visita del febbraio scorso e invitandolo a tornare presto per intrattenere gli associati catanesi con le sue interessanti e puntuali lezioni.

Francesco La Ferrara

Nella foto, Manusè mentre illustra le slide.