Michele Giordano: “aiutare l’arbitro quando è necessario”

1

Sezione di Catania:

In occasione della Riunione Plenaria dello scorso 28 marzo presso i locali sezionali, una sala “Pietro Giallanza” gremita, ha accolto l’ospite Michele Giordano di Caltanissetta, fino allo scorso anno assistente arbitrale in Serie A e da quest’anno componente del Comitato Regionale Arbitri Sicilia.

Ad ascoltarlo per circa due ore, infatti, oltre al presidente Cirino Longo e ai vice presidenti Tony Taranto e Sergio Roccasalvo, c’erano tantissimi giovani associati, osservatori e Bruno Rizzo, anch’egli componente CRA, con cui lavora fianco a fianco curando gli assistenti regionali, per espresso incarico del presidente del Comitato Regionale Arbitri Giuseppe Raciti.

Queste lezioni tecniche, tenute dai componenti regionali nelle varie sezioni siciliane, rientrano nella programmazione voluta dal presidente regionale Giuseppe Raciti, perché rappresentano un aggiornamento e una formazione continua fondamentale per la crescita dei giovani e soprattutto forniscono degli strumenti validi per una migliore e uniforme preparazione tecnica e comportamentale.

Tema dominante della riunione è stata l’importanza della collaborazione che ci deve essere tra Arbitro, Assistenti Arbitrali e (per quanto riguarda la serie A) quarto uomo e arbitri addizionali che, nella velocità di gioco del calcio moderno, è fondamentale per poter giungere a decisioni corrette.

Nella prima parte della riunione Michele Giordano si è rivolto in particolar modo agli A.A., ribadendo che il ruolo dell’Assistente va oltre la mera segnalazione del fuorigioco e che, con tempestività ma soprattutto risolutezza, è possibile aiutare l’arbitro nelle azioni di gioco in cui la sua visuale può risultare non ottimale o comunque poco chiara.

Tre infatti sono le possibili risposte che un Assistente deve dare nelle fasi di gioco in cui si richiede il suo supporto: “Si, No, Non ho visto”. Mai – ha proseguito Giordano – un assistente deve scavalcare le decisioni di un arbitro e, qualora la situazione di gioco lo richiedesse, deve farsi trovare sempre pronto e non dare risposte vaghe o che in qualche modo possano creare ulteriore confusione e incertezza all’arbitro.

«Il compito dell’assistente – ha spiegato Giordano – è di aiutare l’arbitro quando serve e in particolare nella sua area di credibilità; la sua segnalazione deve essere completa e precisa sia dal punto di vista tecnico che disciplinare. L’intervento dell’assistente deve essere fatto in maniera da non risultare “ingerente”; tutto questo per non far perdere di credibilità l’arbitro a cui comunque rimane la possibilità di prendere l’ultima decisione ».

Nella parte centrale della riunione, Giordano ha posto all’attenzione degli associati 5 episodi (che lo hanno visto coinvolto in prima persona), in cui tramite dei videoclip venivano illustrati delle azioni di gioco con al centro la collaborazione Arbitro/Assistente; tra questi episodi si evinceva come il gioco di squadra della sestina arbitrale, oltre all’ausilio della tecnologia (auricolari e bandierina elettronica), portavano quasi sempre a delle decisioni corrette o comunque accettate da giocatori e pubblico.

Nella parte finale della riunione si è discusso delle varie casistiche di gioco, dell’importanza del briefing pre-gara (soprattutto in ambito regionale) e in particolare del posizionamento che deve avere un assistente per poter avere una migliore visuale su episodi “dubbi” quali ad esempio gol/no gol e fuorigioco.

La riunione si è conclusa con la consegna di un piccolo omaggio a Michele Giordano (da qualche settimana insignito del titolo di “Arbitro Benemerito”) da parte del presidente Cirino Longo, a nome degli associati della sezione di Catania, dalle foto di rito e da una piacevole cena con tutti gli assistenti regionali e i componenti del Consiglio Direttivo.

Antonino Di Rosa

Foto 1: Michele Giordano e Cirino Longo;

Foto 2: Michele Giordano con il Consiglio Direttivo Sezionale;

Foto 3: Giordano con gli assistenti della Sezione;

Foto 4: Michele Giordano durante la lezione.

2 CDS3 Assistenti4