L’incontro con Carlo Tavecchio

Carlo-Tavecchio-in-Siclia

Il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti, Carlo Tavecchio, è sceso in Sicilia per una visita appositamente invitato dal Presidente del Comitato Regionale Sicilia della FIGC, l’arbitro benemerito Sandro Morgana. Il 29 maggio ha potuto vedere il cantiere in cui sorgerà la nuova sede della Federcalcio nell’isola e precisamente nel vicino comune di Ficarazzi, mentre il giorno successivo ha avuto un incontro istituzionale con tutte le altre componenti federali della regione ed ha concluso premiando la squadra siciliana del Calcio a 5 che recentemente si è aggiudicata il Torneo delle Regioni.

Nella mattinata del 30 maggio, come accennato, si è svolta quindi una riunione generale del Comitato Regionale Sicilia della LND, alla presenza di Tavecchio, alla quale è stata espressamente invitata da Morgana anche la componente arbitrale, rappresentata dal Presidente del CRA, Rosario D’Anna, dal suo Vice, Giuseppe Raciti, e dal referente regionale della rivista “l’Arbitro”, Rodolfo Puglisi.

Presenti pure, oltre ai Consiglieri regionali e Delegati provinciali, i Presidenti regionali dell’Associazione Allenatori (AIAC), Bino Abisso e dell’Associazione Calciatori (AIC), Gino Giacchi.

Morgana, dopo aver presentato al Presidente Tavecchio tutti i partecipanti alla riunione, ha avuto nel suo lungo ed interessante discorso anche parole di elogio sugli Arbitri, evidenziando sia la conclusione positiva dei campionati siciliani che la piena sintonia e la massima collaborazione avuta in questi anni con il Presidente del Comitato Regionale Arbitri e l’intera struttura regionale dell’AIA, nel rispetto reciproco dei ruoli e delle autonomie, sottolineando infine l’impegno a non abbassare mai la guardia sulla violenza, in quanto l’Arbitro, come le altre componenti, è parte integrante e fondamentale del sistema calcio. La violenza, ha concluso Morgana, resta un problema molto sentito e grave e seppur in Sicilia si svolgano quasi 23 mila gare in una stagione sportiva, registrare anche un solo episodio di aggressione fisica nei confronti degli ufficiali di gara rappresenta una mortificante sconfitta per tutti.

Nel suo intervento, anche il Presidente D’Anna ha ribadito come con il Presidente Morgana, che è stato costantemente vicino agli arbitri, ci sia sempre stata una sinergia d’intenti e piena collaborazione, nel rispetto dei ruoli e delle competenze, evidenziandone la netta presa di posizione sul problema incidenti.

Nel suo intervento conclusivo il Presidente Tavecchio, peraltro anche Vice Presidente Vicario della stessa F.I.G.C., oltre a constatare come in Sicilia ci sia assoluta armonia tra tutte le componenti (merito in primis del Presidente Morgana), protese a svolgere nel migliore dei modi il proprio compito nel rispetto delle regole, rivolgendosi poi a D’Anna (seduto di fronte a lui) rimarcava anche lui il rifiuto totale alla violenza, sottolineando l’importanza e la necessità della figura arbitrale nel sistema calcio, dato che dell’AIA e del suo Presidente Nicchi ha avuto sempre  stima e rispetto.

In definitiva, un incontro esaustivo in cui si è parlato di calcio a 360°, con la consapevolezza che tutte le componenti, nessuna esclusa, hanno a cuore e lavorano per il bene ed il miglioramento costante di questo appassionante sport.

Nella foto, da sn. Morgana, Tavecchio, D’Anna, il Vice Presidente vicario della LND Sicilia Santino Lo Presti e Raciti.