La visita del Presidente Regionale alla Sezione di Enna

CRA-Sicilia-a-Enna

Per la sezione di Enna il 7 ottobre non è stata solo la data di svolgimento del Raduno regionale di completamento, ma anche la data della Riunione Tecnica che ha ospitato per la sua visita annuale il Presidente del Comitato Regionale Arbitri, Rosario D’Anna.

Infatti, approfittando della concomitanza degli eventi, il Presidente CRA ha deciso di aprire il suo consueto giro di visite ufficiali alle sezioni siciliane dalla città centro-sicula.

Per questa occasione D’Anna è stato accompagnato dal segretario componente CRA Filippo Alongi; e come da consuetudine erano presenti anche il delegato ed il vice-delegato della FIGC di Enna, Salvatore Marano e Paolo Rosso.

A fare gli onori di casa il Presidente della Sezione di Enna, Filippo Tilaro, che introducendo la riunione ha elencato le attività già svolte in questo scorcio di stagione, tra cui il Raduno Provinciale e quello Interprovinciale riservati agli arbitri dell’Organo Tecnico Sezionale, nella quale quasi tutti i presenti hanno dimostrato una buona preparazione atletica e tecnica in linea con gli standard richiesti dal CRA, con qualche risultato di rilievo, in modo da poter proporre in regione il prima possibile un numero maggiore di giovani arbitri. Inoltre ha sottolineato la presenza di un numero maggiore di associati inseriti negli Organi Tecnici nazionali rispetto alla scorsa stagione, che portano alto il nome della Sezione con le loro ottime prestazioni ad ogni gara.

Successivamente ha preso la parola il segretario regionale Filippo Alongi, che ha voluto ringraziare il Consiglio Direttivo e gli associati della Sezione per la loro puntuale e preziosa disponibilità in occasione delle numerose iniziative che il CRA decide di organizzare a Enna, ricordando tra le altre i raduni di completamento di questa e della scorsa stagione e il primo “Raduno Rosa” nella storia dell’AIA nazionale.

Sul tema dei campionati provinciali si è voluto soffermare Salvatore Marano nel suo breve intervento, in qualità di Delegato FIGC Provinciale. Come ogni anno, si ripropone il problema dell’esiguo numero di squadre iscritte nei campionati provinciali, particolarmente in questa stagione dove esiste il rischio concreto per gli arbitri OTS di non avere la possibilità di “far palestra” nei campionati di Terza Categoria e Serie D di Calcio a 5. Ma, da amico degli arbitri, assicura la ferma intenzione di isolare quei pochi soggetti il cui unico intento è prendere di mira l’arbitro con episodi di violenza.

Quindi è stato il turno di Rosario D’Anna, che con la sua proverbiale dialettica spigliata e simpatica ha intrattenuto i presenti per circa 45 minuti, affrontando questioni pratiche riguardanti gli associati in forza agli organici regionali, come la turnazione delle visionature e le motivazioni che stanno dietro ad ogni designazione, ricordando come si debba dare sempre il massimo ad ogni gara per fare del bene a sé stessi. Un aspetto importante che il Presidente CRA ha voluto rimarcare è il contatto con la propria sezione, che D’Anna ha esortato a mantenere il più vivo possibile, magari collaborando con essa, per poter contribuire alla crescita della sezione e alla formazione dei giovani arbitri.

A conclusione di serata D’Anna si è ripromesso di tornare a visitare la Sezione di Enna per poter fornire agli associati in forza all’OTR maggiori risultanze tecniche scaturite dopo un numero congruo di gare di campionato disputate nell’arco della stagione.

Dopo gli omaggi che il presidente Tilaro, in sintonia con il Consiglio Direttivo, ha voluto donare agli ospiti presenti, la serata ha trovato degna conclusione con una cena di gala consumata al ristorante “La Trinacria”, di proprietà del nostro associato Luigi Mascaro, a base di specialità tipiche ennesi.

Mirko Cino

Nella foto, da sn. Tilaro, D’Anna, Marano, Alongi e Giovanni Vetri, uno dei “Mentor” siciliani.