La riunione con Mario Pennacchia ad Acireale

Mario-Pennacchia-Acireale

La sezione di Acireale ha avuto il piacere e l’onore di ospitare il 15 aprile scorso Mario Pennacchia, una delle firme più prestigiose del Giornalismo sportivo italiano, Direttore della rivista “L’Arbitro”. Pennacchia è venuto in Sicilia per un incontro, tenutosi l’indomani, con i referenti della rivista delle dodici sezioni isolane, appositamente invitato dal Presidente del Comitato Regionale Arbitri, Rosario D’Anna, e dal referente regionale della testata giornalistica, Rodolfo Puglisi, entrambi acesi. Ad accompagnare Pennacchia i coordinatori nazionali della rivista, Alessandro Paone della sezione di Roma 1 e Salvo Consoli di Catania.

Ha fatto gli onori di casa il Presidente sezionale, Olindo Ausino, unitamente ai suoi due Vice, Giovanni Greco e Francesco Antonio Grasso, ed all’intero Consiglio Direttivo Sezionale.

Pennacchia ha intrattenuto la numerosa platea parlando del mondo del calcio, che segue da oltre sessanta anni, e di quello arbitrale in particolare. Il Direttore non è mai appartenuto all’Associazione, ma si è sempre schierato a favore degli arbitri, anche “perché sono gli unici a conoscere le Regole di un gioco che chi pratica non è tenuto a conoscerle”. Pennacchia ha ricordato anche quando fu chiamato dal Commissario dell’AIA Petrucci a ricoprire l’inedito incarico di Direttore generale dell’Associazione; proprio in quel periodo furono apportate novità rilevanti nell’AIA, come l’apertura alle donne, la possibilità di arbitrare per i soldati di leva e l’istituzione di tre nuove sezioni.

Presente all’incontro anche il Vice Presidente regionale vicario dell’Unione Stampa Sportiva Italiana, Gaetano Rizzo, che ha premiato con la consegna di una targa Mario Pennacchia, Maestro di Giornalismo “non gridato”.

Nunzio Leone

Nella foto, da sn. Consoli, Paone, Pennacchia, Ausino, Puglisi