Iniziato il Corso Arbitri alla Sezione di Acireale

corso-arbitri-acireale

Record di presenze nella Sezione AIA di Acireale alla prima riunione per il Corso arbitri nazionale di calcio e calcio a 5. Il 4 novembre scorso, in occasione dell’apertura del Corso, i locali sezionali di via Rosario Currò erano gremiti da un centinaio di ragazzi, molti dei quali accompagnati dai genitori. Ben 140 gli iscritti, dovuti in massima parte alla campagna di conoscenza che l’Associazione ha effettuato nelle scuole grazie al protocollo d’intesa tra l’A.I.A. ed il Ministero dell’Istruzione.

Parecchi gli incontri effettuati nelle scuole superiori di Acireale e dei vicini comuni di Giarre e Riposto dal Presidente Olindo Ausino, dal Vice Francesco Antonio Grasso e dal componente il Settore Tecnico Nunzio Manusè. Alla prima riunione del corso arbitri più numeroso nella storia della Sezione acese, erano presenti il Presidente regionale, Rosario D’Anna, il Presidente della Sezione, Olindo Ausino, il presidente onorario, Filadelfo Grasso, i due Vice, Giovanni Greco e Francesco Antonio Grasso (quest’ultimo coordinatore del Corso), il collaboratore del CRA, Pippo Bella, ed il referente regionale della rivista “L’Arbitro”, Rodolfo Puglisi. Durante la serata sono stati esposti gli argomenti che verranno trattati nelle dodici lezioni che si concluderanno il 9 dicembre prossimo.

Relatori del Corso sono Olindo Ausino, Giovanni Greco, Francesco Antonio Grasso ed Enrico Pappalardo. Al termine delle lezioni saranno effettuati gli esami che permetteranno ai corsisti di entrare a far parte dell’A.I.A., mentre gli studenti, quasi tutti, potranno avere dei crediti formativi da utilizzare nei loro curricula scolastici. Al termine della prima riunione, il presidente Olindo Ausino ha precisato di essere orgoglioso di avere raggiunto per la prima volta nella storia della sezione di Acireale un numero così alto di iscritti.

“E’ importante – ha continuato il Presidente – avere un numero così alto di ragazzi, e speriamo che al termine del Corso e della sua selezione restino tanti elementi validi che potranno darci soddisfazioni nel futuro”.

Nunzio Leone