Il Torneo dell’Amicizia e della Memoria

Il-Torneo-dellAmicizia-e-della-Memoria

Tre giorni, dal 10 al 12 giugno, durante i quali quasi cinquecento tesserati (e famiglie) si sono ritrovati all’insegna dello spirito associativo per lo svolgimento del primo “Torneo dell’Amicizia e della Memoria”, competizione calcistica tra le sezioni siciliane dell’AIA, che ha accorpato i tornei "dell’Amicizia" organizzato dalla Sezione di Acireale per dieci anni ed il "Renato Lo Cascio", giunto alla 5^ edizione biennale e promosso dal Comitato Regionale Arbitri. Con questo torneo si è inteso onorare la memoria di tutti gli associati siciliani scomparsi, sia quelli prestigiosi che coloro che non hanno avuto le luci della ribalta e di cui si serba caro il ricordo.

Il Presidente regionale Rosario D’Anna ha ideato e voluto questa manifestazione, riservata particolarmente ai familiari degli arbitri, che vivono e soffrono in disparte per l’attività dei loro congiunti, che hanno potuto così trascorrere tre giorni di vita in comune, di scambi di idee ed opinioni, ma anche di relax. Tre giorni in cui le rappresentative sezionali si sono affrontate anche con il giusto spirito agonistico; ha vinto Messina, reduce dalla trasferta in Trentino dove ha trionfato nel torneo di Cavalese. La forte squadra peloritana nella gara di finale, giocata a Castelvetrano e diretta da Fabio De Pasquale, ha sconfitto Agrigento per tre reti ad una. I messinesi precedentemente dopo aver agevolmente vinto il girone di qualificazione, hanno superato nei quarti ed in semifinale rispettivamente Acireale e Palermo, squadre coriacee che si sono arrese solo ai rigori. Il terzo posto se lo è aggiudicato Palermo che nella finalina ha battuto Siracusa per due a zero. La Coppa Disciplina è stata vinta da Enna, mentre capocannoniere del torneo è stato Francesco Paolo Saia di Palermo. Questa prima edizione è stata organizzata dalla Sezione di Marsala, presieduta da Biagio Girlando, che ha “messo in campo” una squadra di giovani associati fattivi coordinata dal suo vice, Angelo Attinà. Il “quartier generale” di tutti i partecipanti è stata un’accogliente struttura alberghiera di Selinunte, la colonia greca più ad occidente fondata nel 651 a. C. dai megaresi, mentre le gare si sono disputate sui campi di gioco di Castelvetrano, Campobello di Mazara e Mazara del Vallo. Una simpatica e goliardica cerimonia di premiazione, alla quale hanno presenziato il Presidente nazionale, Marcello Nicchi, ed il suo Vice, Narciso Pisacreta, ha concluso la manifestazione, la seconda in regione dedicata al Centenario dell’Associazione dopo il raduno femminile. L’appuntamento per tutti è per l’anno prossimo, per la seconda edizione.

Rodolfo Puglisi

Nelle foto: la rappresentativa di Messina con il trofeo vinto insieme al Presidente Marcello Nicchi ed al Presidente regionale, Saro D’Anna; seduti, da sn. D’Anna, Nicchi, Pisacreta; Nicchi e Girlando; un momento della premiazione: in piedi D’Anna e Girlando, sullo sfondo seduti Nicchi e Pisacreta; D’Anna e Girlando;