Il Tecnico Sottil incontra gli Arbitri Aretusei

Andrea-Sottil-Siracusa

Si è tenuta lo scordo venerdì 14 ottobre presso i locali della sezione “Mario Abela” di Siracusa una riunione tecnica alla quale ha partecipato il tecnico del Siracusa calcio, Andrea Sottil.

Dopo i saluti di rito del Presidente di Sezione, Giuseppe Abbate, e dell’ex assistente di serie A ed ex Presidente sezionale, Elio Gervasi (oggi dirigente del Siracusa calcio), è intervenuto Andrea Sottil che ha intrattenuto la numerosa platea sulle tattiche che adotta nei suoi moduli.

Sottil si è soffermato sulla figura dell’arbitro, che al giorno d’oggi deve essere pari a quella di un atleta perché il gioco del calcio è cambiato radicalmente, poiché si gioca su livelli altissimi con delle velocità supersoniche.

Ha continuato nel suo discorso ribadendo che l’arbitro va rispettato moltissimo poiché anzitutto è un uomo e come tale può sbagliare e quindi deve essere aiutato.

Inoltre si è soffermato sul rapporto tra Arbitri e Calciatori; infatti, a suo dire, per evitare che la classe arbitrale sia vista sempre come il nemico di turno, invece che come una componente integrante del giuoco del calcio, si potrebbero organizzare degli allenamenti tra arbitri e calciatori per approfondire meglio le dinamiche che possono verificarsi in una gara di calcio.

Infine Sottil ha ribadito che come gli arbitri dovrebbero studiare le squadre per sapere che tipo di tattica adottano per poi sapersi ben spostare in campo, anche le squadre studiano gli arbitri per essere sempre aggiornati sul rendimento del direttore di gara.

Alla fine della serata, in ricordo della bella serata trascorsa insieme alla famiglia arbitrale siracusana, è stata consegnata una targa ad Andrea Sottil, salutato anche da un caloroso “in bocca al lupo” dagli associati aretusei.

Alessio Boscarino

Nella foto iniziale, da sn. Abbate, Sottil, Gervasi.

101_0019 - Copia