Il Raduno Regionale degli Arbitri di Prima Categoria

raduno-prima-categoria

Dopo il raduno per gli Assistenti, il CRA ha programmato quello per gli Arbitri che dirigono in Prima Categoria, svoltosi nei giorni del 3 e del 4 settembre e che ha impegnato una settantina circa di ragazzi. Nella mattinata del primo giorno l’appuntamento per i giovani direttori di gara è stato a Canicattì presso il Palazzetto dello Sport “Rosario Livatino” per le prove atletiche coordinate dal Referente atletico Sandro Magro e dal suo collaboratore Maurizio Fiore.

Nel pomeriggio trasferimento presso una struttura alberghiera di Agrigento per l’apertura ufficiale del raduno con i saluti del Presidente CRA, Rosario D’Anna, del Presidente della Sezione di Agrigento, Armando Salvaggio, del componente CAI, Giorgio Vitale, e del Vice Presidente della Commissione di Disciplina, Andrea Pulvirenti. Dopo i quiz tecnici ai ragazzi sono state illustrate dal Vice Presidente CRA, Sergio Grosso, le novità regolamentari inserite nella Circolare n. 1, mentre in serata si sono tenute le visite mediche effettuate dal collaboratore del Fiduciario medico Salvatore Salamone. L’indomani la ripresa dei lavori con gli interventi di Sandro Magro sulla preparazione atletica, del componente CAI Vitale su chiarimenti regolamentari, del rappresentante dell’AIA presso il Giudice Sportivo, Giovanni Pedicone, che si è soffermato sull’importanza della descrizione dettagliata dei fatti accaduti e sulla puntualità nella trasmissione del referto. Quindi il componente CRA Vincenzo Zampardi, che cura gli arbitri di Prima Categoria, ha impartito le disposizione tecniche, mentre il Presidente D’Anna ha chiuso questa serie di discorsi dando direttive di natura tecnica e comportamentale e spronando i ragazzi ad impegnarsi per raggiungere in breve tempo le massime categorie regionali. “Queste – ha affermato il Presidente – sono categorie di lancio. Prendete questi appuntamenti, che non sono previsti, come dei momenti di formazione e di crescita”. In rappresentanza del Presidente del Comitato regionale della FIGC, Sandro Morgana, è intervenuto il suo Vice, l’ing. Santino Lo Presti, che è anche il Responsabile nazionale del Dipartimento Beach Soccer. “Invito tutti voi – ha introdotto Lo Presti – a riconoscere il vostro Presidente regionale ed il ruolo che ricopre. Perché ci si deve riconoscere nelle istituzioni, in chi le rappresenta, così come io che rappresento la Federazione riconosco l’AIA. Si inizia una nuova stagione sportiva dopo quella passata, che è stata ottima, a detta di tutti, sotto la conduzione arbitrale. L’augurio è che si possa ripetere, ma spetta a voi che andate in campo seguire le direttive del vostro Organo Tecnico per potere sempre migliorarvi e per dare prestazioni positive”. Prima della chiusura il CRA D’Anna, insieme al Vice Grosso ed a Zampardi, ha voluto dare alcuni riconoscimenti a quegli associati non più giovanissimi che con passione ed amore per l’arbitraggio indossano domenicalmente la divisa con l’entusiasmo di un ragazzino; tra questi il Presidente della Sezione di Enna, Filippo Tilaro. Come al solito, perfetta l’organizzazione delle Sezione di Agrigento messa in atto dal presidente Salvaggio dai suoi vice Lillo Arena ed Antonio Lo Giudice e dai colleghi Nino Alesi, Salvatore Fucà e Giuseppe Vaianella. Al raduno erano presenti anche i componenti CRA, Filippo Alongi, Salvatore Contino, Salvatore Occhipinti, Luigi Pillitteri e Giuseppe Raciti, i collaboratori CRA, Cosimo Zichittella, Giovanni Fatta, Giuseppe Velardi, Franco Mannone, Rosario D’Amore e Salvo Di Marco, ed i componenti della Commissione di Disciplina, Pietro Rosso e Giuseppe Rumè.

Rodolfo Puglisi

Galleria fotografica del Raduno di Prima Categoria