Il raduno di fine campionato a Selinunte

raduno-fine-campionato

La Sezione di Marsala ha organizzato logisticamente il Raduno regionale per Arbitri ed Assistenti di fine stagione sportiva 2009/2010. La località di Marinella, a pochi passi dai ruderi dei templi dorici di Selinunte ha ospitato il 29 e 30 aprile una intensa due giorni di lavoro appositamente preparati dal Presidente del CRA, Rosario D’Anna. In effetti il raduno si è aperto con l’effettuazione delle prove atletiche svolte al campo sportivo di Gibellina, paese costruito ex novo dopo il disastroso terremoto del Belice del 1968 e divenuto oggi un autentico museo all’aria aperta di Arte contemporanea.

Quindi gli arbitri, gli assistenti e gli arbitri di Calcio a cinque selezionabili invitati al Raduno, insieme ai componenti e collaboratori del CRA, hanno raggiunto una struttura alberghiera di Marinella. E’ stato Biagio Girlando, Presidente della Sezione di Marsala, ad aprire i lavori con il saluto di benvenuto ai partecipanti. Il Presidente D’Anna ha sottolineato come tra i partecipanti ci siano coloro che verranno segnalati a livello nazionale. Presenti anche gli otto ragazzi che hanno preso parte al progetto “Talent & Mentor”, accompagnati dai due “tutori”, Ugo Pirrone e Giovanbattista Vetri, per un bilancio definitivo dopo un anno di sperimentazione.

E’ intervenuto anche il Sostituto Procuratore che opera in regione, Giuseppe Giaimo, che nel suo breve intervento ha invitato i presidenti sezionali a divulgare la conoscenza del Regolamento dell’AIA ai propri associati, specie ai più giovani. Nella serata del primo giorno si è poi riunita la Consulta regionale, alla quale hanno partecipato, oltre ai dodici presidenti sezionali, anche i due Mentor ed il componente il Settore Tecnico, Salvatore Marano. Si è discussa, tra l’altro, la definizione dei raduni di inizio, metà e fine campionato della prossima stagione sportiva. L’indomani mattina i partecipanti sono stati divisi in tre gruppi: gli arbitri e gli assistenti di Calcio, gli arbitri di Calcio a cinque e gli otto Talent, ciascuno dei quali riuniti con i componenti CRA di riferimento.

Per quanto riguarda i Talent è stato rimarcato dal Vice Presidente del CRA, Sergio Grosso, la positività dell’esperimento ed i frutti tangibili riscontrati in termini di miglioramento tecnico e maggiore maturità dei ragazzi. Grosso ha auspicato che l’AIA continui a scommettere su questo progetto con una riproposizione ed incremento. L’assemblea conclusiva ha visto la partecipazione del Sindaco di Castelvetrano, dott. Giovanni Pompeo, ex arbitro. Il Sindaco della Città che ha dato i natali al grande filosofo Giovanni Gentile, ha tranquillamente affermato che “tutti gli arbitri possono diventare sindaci, ma non tutti i sindaci possono fare gli arbitri” augurando ai ragazzi di vedere realizzare i propri sogni.

Presenti anche i colleghi Franco Mannone ed il componente CAI, Michele Cavarretta, quest’ultimo nella veste anche di assessore alla Provincia di Trapani. Sergio Grosso ha ricordato ai ragazzi come oggi loro siano nella “condizione di accettare quello che la Commissione ha fatto, perché ha lavorato in armonia ed ha dato trasparenza e possibilità a tutti”. Il Presidente D’Anna ha esortato tutti ad essere coerenti con se stessi per riuscire a vincere la sfida con chi ci vuol mettere in difficoltà. D’Anna, dopo avere dichiarato che entro il prossimo mese saranno stilate le graduatorie finali ha terminato con un motto significativo: “Non conta l’altezza, ma bisogna essere all’altezza”.

La chiusura del raduno al Presidente della Sezione di Marsala, Biagio Girlando, che ha ottimamente organizzato questo Raduno, coadiuvato da un vero e proprio staff composto dal suo Vice Angelo Attinà e poi da Giovanni Figuccia, Peppe Pantaleo, Leo Sucameli, Claudio Bilardello, Fabrizio Signorello, Alessandro D’Annibale, Antonio e Fabio Barone, Matteo Bernardone, Luciano Agueci, Enzo Morsello, Franco Mannone, Massimo D’Aguanno, Antonio Spano’ e Vito Buffa.

Rodolfo Puglisi

Guarda la Galleria Fotografica