I Talent a metà del loro percorso stagionale

Riunione-Talent-e-Mentor

Domenica 29 gennaio nella città di Agrigento si è tenuta una riunione che in pratica completava il terzo incontro sui ragazzi selezionati per il Progetto UEFA "Talent & Mentor" del Settore Tecnico Arbitrale, svoltosi a Caltanissetta il 14 gennaio precedente, dove sono avvenute lezioni ed indicazioni tecnico-tattiche direttamente sul terreno di giuoco. Il Presidente regionale, Rosario D’Anna, ha pertanto convocato gli otto ragazzi selezionati, i due Mentor siciliani, Ugo Pirrone e Giovanni Vetri, il Vice Presidente del CRA, Sergio Grosso, quale coordinatore del progetto, ed i Presidenti di Sezione dei ragazzi coinvolti.

Questo ulteriore incontro aveva lo scopo di conoscere in dettaglio, ragazzo per ragazzo, quali sono stati i "progressi" effettivamente compiuti negli aspetti atletico, tecnico e comportamentale manifestati nell’espletamento delle funzioni di Direttori di Gara e registrati nel corso della prima parte dei campionati regionali tramite le visionature attuate sia dagli Osservatori Arbitrali, sia dai componenti dell’Organo Tecnico Regionale che dai Mentor.

Un’altra importante indicazione riguardava particolarmente le capacità personali e caratteriali espresse da ognuno di loro nel relazionarsi con il resto dei tesserati e soprattutto con gli stessi Mentor, che sono stati nei loro confronti quasi dei fratelli maggiori, seguendoli nel corso della settimana sia negli allenamenti che anche nella vita sociale di tutti i giorni, rendimento scolastico compreso. Insomma, si è instaurato tra talent e mentor come un rapporto di complicità su tutto, tra colleghi con differenza d’età e di anni di appartenenza all’Associazione.

Su piano arbitrale e sul grado di maturità raggiunto i due Mentor hanno sviluppato una scheda per ciascuno dei propri assistiti, evidenziandone i movimenti in crescita e progressione valorizzativa, individuando anche coloro che necessitano di maggiore applicazione all’origine, confermando infine al Presidente Regionale che già per alcuni la maturità e la capacità dimostrata nelle varie direzioni di gara garantivano il loro passaggio al livello superiore; in effetti, i sei ragazzi che arbitrano stabilmente in Prima Categoria sono già stati inseriti in categoria superiore, e precisamente sono Akash Maria Josè Nuckchedy (Caltanissetta), Dario Madonia (Palermo), Carmelo Gurrieri (Ragusa), Giuseppe Tarallo (Agrigento), Giuseppe Campisi (Siracusa) ed Ignazio Crescenti (Trapani).

Mentre i due ragazzi che operano in Promozione, Piero Cumbo (Agrigento) e Milos Andulaievic Tomasello (Messina), raggiungeranno anche loro a breve l’obiettato prefissato, come asserito dal Presidente regionale.

A conclusione, D’Anna ha chiesto espressamente sia ai ragazzi che ai Mentor un intervento alternato per conoscere i pregi ed i "difetti" riscontrati nel corso di questa "stretta, quotidiana collaborazione tra essi"; e davvero interessati sono state le risposte ottenute e le impressioni che molti giovani hanno "ricavato" dai loro "Mentor", con qualcuno di essi che si è rivelato addirittura più insistente degli stessi genitori sul piano scolastico.

In tutti i ragazzi, comunque, alberga la sensazione di vivere un’esperienza irripetibile e formativa come non mai anche sul piano educativo tout court.

Insomma un progetto avviato già tre anni fa che si conferma nella sua bontà e che continua a dare frutti per quanto riguarda la maturazione dei ragazzi e la loro crescita personale come individui.

Rodolfo Puglisi