I presidenti siciliani a Roma per l’incontro annuale

8383

Grande entusiasmo e voglia di lavorare sono emersi all’Incontro tecnico annuale dei Presidenti di Sezione, organizzato a Roma nella nuova sede dell’AIA, dal Comitato Nazionale e dal Settore Tecnico Arbitrale, come ormai di consueto, in chiusura della stagione dei raduni pre-campionato che hanno visto il loro avvio a luglio con l’incontro dei componenti del Settore Tecnico e sono proseguiti con tutti i raduni degli Organi Tecnici Nazionali e Periferici.

Hanno preso parte all’evento tutti i presidenti di sezione siciliani accompagnati e guidati dal presidente del Comitato Regionale Sicilia Giuseppe Raciti e accolti dal componente del Comitato nazionale Rosario D’Anna.

Due giorni di lavoro aperti dal presidente dell’AIA, Marcello Nicchi, durante i quali i componenti del Comitato Nazionale e quelli del Settore Tecnico, guidati dal responsabile Alfredo Trentalange, si sono alternati in momenti di approfondimento tecnico e associativo, fornendo le linee guida per la stagione sportiva avviata da poco. Trentalange, con i suoi più stretti collaboratori, in particolare si è soffermato sul materiale didattico predisposto per la formazione e l’aggiornamento di arbitri e osservatori, presentando e commentando, con l’interazione dei Dirigenti sezionali presenti, alcuni episodi già approfonditi anche con i massimi Organi Tecnici Nazionali.

Molto soddisfatto il componente nazionale siciliano Rosario D’Anna che rappresenta, unitamente a Gialluisi (Barletta) la Macro Regione Sud (Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata, Campania, Abruzzo e Molise). “Penso che sia stata una giornata indimenticabile per molti dei presidenti siciliani – ha sottolineato D’Anna – pochi o nessuno di loro avevano mai visitato la sede AIA (nemmeno quella vecchia) e curiosato nelle stanze di tutti gli Organi Tecnici Nazionali, del Settore Tecnico, della Procura Nazionale, degli Esperti Legali e delle Commissioni di Disciplina, della Rivista L’Arbitro e quelle dei dirigenti nazionali (Presidente Nicchi, Vice Pisacreta, Segretario Meloni, Vice Solfanelli, impiegati Segreteria AIA, Componenti il Comitato Nazionale)”.

1

Ha spiegato loro quello che ogni Componente il Comitato Nazionale, che periodicamente va a Roma, svolge nei compiti assegnatigli per le regioni di competenza e, quindi, il servizio generale offerto ai CRA, alle Sezioni e a tutti gli associati. “Lo spirito che deve animare la nostra “Sezione Sicilia” – ha concluso D’Anna – deve avere sempre come unica ragione di impegno e passione la ricerca e la crescita, sotto tutti i punti di vista, dei ragazzi Arbitri; se sinceramente unita, collaborativa, propositiva e convinta negli intenti e nel percorso valorizzativo regionale intrapreso col sottoscritto 4 anni fa, la Sicilia raggiungerà certamente i risultati sperati e le posizioni di prestigio che i nostri ragazzi e associati meritano per quanto offerto sul terreno di giuoco e soprattutto tutti avranno le loro opportunità e, come sempre dico, nessuno di buona volontà sarà lasciato indietro”.

Non meno soddisfatto dell’incontro è stato il presidente regionale Giuseppe Raciti non solo per gli approfondimenti tecnici e associativi che l’evento ha analizzato ed esaminato e il materiale didattico predisposto, ma soprattutto per le proposte e le istanze emerse nei lavori, a cui i siciliani hanno dato il loro importante contributo. “Ho visto – ha detto Raciti – una grande unità dei presidenti di sezione siciliani, una rinnovata voglia di lavorare e una inimmaginabile cooperazione che lascia ben sperare per la crescita e la maturazione della nostra regione”.

L’incontro è stato anche il battesimo “ufficiale” di Andrea Battaglia, quale nuovo rappresentate dei Presidenti di Sezione siciliani che per l’occasione ha presentato alla platea le istanze e le aspettative delle 12 sezioni della nostra isola.

Giuseppe La Barbera

Nella foto scattata nella stanza di pertinenza del Comitato Nazionale AIA al terzo piano: da sinistra Francesco D’Anna (Barcellona P.G.), Fabio Cigna (Palermo), Massimiliano Lo Giudice (Messina), Gaspare Cernigliaro (Trapani), Cirino Longo (Catania), Calogero Schifano (Caltanissetta), Calogero Arena (Agrigento), Andrea Battaglia (Ragusa), Olindo Ausino (Acireale), Biagio Girlando (Marsala), Filippo Tilaro (Enna) e al centro seduti Rosario D’Anna e Giuseppe Raciti.