Gli Osservatori chiudono i raduni precampionato

Raduno-Regionale-Osservatori-Arbitrali

Tocca agli osservatori del calcio a 11 chiudere il ciclo dei raduni precampionato che hanno visto impegnati arbitri, assistenti e osservatori di ogni disciplina per otto giorni per la prima volta in una unica struttura, quella di villaggio Mosè, organizzati dal Comitato Regionale Arbitri, presieduto da Giuseppe Raciti e coadiuvato dal vice presidente Armando Salvaggio e dalla sezione di Agrigento, guidata da Calogero Arena.

Il ritrovo per i 51 osservatori di tutte le sezioni siciliane, era fissato per il primo pomeriggio di sabato 7 settembre allo stadio di Porto Empedocle, nell’agrigentino, per la visionatura congiunta della gara di Promozione tra Empedoclina e Canicattì, conclusasi con il risultato di 1 a 1; a dirigere l’incontro è stata designata una terna palermitana composta dall’arbitro Fabrizio Ramondino con gli assistenti Emilio Micalizzi e Massimiliano Sciulara.

E’ stata così verificata sul campo la capacità degli osservatori, vagliati dall’Organo Tecnico, sulle effettive capacità di individuare gli aspetti qualificanti di una prestazione arbitrale ed i punti fondamentali da riportare poi nella relazione. Più che buone le risultanze finali, che testimoniano l’efficacia del lavoro perseguito da qualche anno dal CRA Sicilia, di valorizzazione ed aggiornamento costante del “ruolo” degli osservatori, ai quali sono stati dedicati raduni ed incontri periodici abbastanza frequenti. Un lavoro iniziato dal presidente regionale Rosario D’Anna, oggi componente del Comitato nazionale dell’AIA, che lo ha impostato sin dal suo insediamento, e proseguito da Giuseppe Raciti, nel quale sono stati collaborati dal componente regionale addetto agli osservatori, Salvatore Occhipinti.

Al termine della visionatura e del colloquio di fine gara, il gruppo ha raggiunto la struttura alberghiera di Agrigento, dove nella serata si sono svolti i quiz tecnici e le visite mediche con controllo del visus a cura del Fiduciario medico Salvatore Salamone.

L’indomani mattina, dopo il saluto del presidente Raciti e del vice Salvaggio, sono state impartite le innovazioni regolamentari, le disposizioni, e la verifica dei quiz tecnici compiuta dal Vice Responsabile per il Sud del Settore Tecnico, Francesco Milardi di Reggio Calabria, per l’occasione coadiuvato dai componenti Natale Colella di Crotone e dal siciliano di Marsala, Massimo D’Aguanno. Poi, il confronto con le relazioni degli osservatori presenti commentate dal componente Salvatore Occhipinti e l’intervento del componente CAN D Michele Cavarretta, per dare spazio alla nuova tabella voti e soprattutto alla nuova impostazione della relazione che da questa stagione è uguale dalla seconda categoria fino alla CAN D, che ha sottolineato la funzione importante e la delicatezza del compito dell’osservatore.

Il Presidente Raciti ha concluso i lavori, raccomandando, come sempre, ai colleghi più esperti di intravedere nei ragazzi visionati le giuste potenzialità e di scorgere in loro quelle motivazioni ed aspettative che essi stessi avevano quando da ragazzi calcavano i terreni di gioco e sottolineando come questi giorni siano stati molto impegnativi per i ragazzi e per gli organizzatori, guidati dal vice presidente Salvaggio, che si è speso oltremodo per la perfetta riuscita degli eventi. Le foto sono state scattate dal collega Gigi La Vaccara.

Giuseppe La Barbera