Gli arbitri di Prima Categoria pronti per la nuova stagione

Raduno-Prima-Categoria

Oltre settanta ragazzi hanno preso parte nei giorni 8 e 9 settembre al Raduno precampionato per gli Arbitri di Prima Categoria, che si è tenuto ad Agrigento. Per molti di loro si è trattato della prima esperienza a livello regionale, nella quale hanno peraltro avuto la ventura di conoscere ed ascoltare chi ricopre incarichi di alta responsabilità in seno all’AIA, dai componenti del Comitato Nazionale Maurizio Gialluisi ed Alfredo Trentalange (responsabile del Settore Tecnico), al vice di quest’ultimo Vincenzo Fiorenza, al componente del Settore Tecnico Salvatore Russo.

Ragazzi, che malgrado la loro giovanissima età affrontano l’attività con la giusta concentrazione e professionalità, come dimostrano ampiamente le risultanze in media delle prove atletiche e tecniche. Su di loro punta anche il Comitato Regionale presieduto da Rosario D’Anna, sempre alla ricerca di giovani talentuosi da formare ed affinare. “Noi operiamo – ha detto D’Anna all’apertura dei lavori – in categorie di lancio, con elementi promettenti che sono impiegati in campionati difficili. Nessuno sarà lasciato indietro, a patto che dimostri passione per l’attività”. Subito dopo Maurizio Gialluisi ha affermato come gli arbitri si divertano sui campi di calcio, ma hanno bisogno dell’istruzione che viene impartita dagli osservatori.

Alfredo Trentalange nel suo intervento basato anche sull’umanizzazione del ruolo, ha affermato come “l’arbitro è un elemento importante del gioco del Calcio, che non deve farsi notare fin quando non ci sarà la necessità di fare Giustizia. Voi dovete metterci passione, mentre noi siamo i vostri formatori, così come voi dovete esserlo con i ragazzini che iniziano dal Settore giovanile. A noi, all’AIA in ogni caso interessa la formazione della persona”.

Vincenzo Fiorenza, nel commentare le linee guida della Stagione Sportiva 2011-2012 a cura del Settore Tecnico, ha raccomandato ai giovani arbitri di avere sempre attenzione, istintività e decisione durante la gara. Salvatore Russo ha raccomandato invece di andare ad arbitrare divertendosi, perché l’arbitraggio è un divertimento ancorché svolta con serietà e determinazione. Il Vice Presidente regionale,

Sergio Grosso, ha evidenziato come la presenza di Alfredo Trentalange, ex grande arbitro internazionale e capo del Settore Tecnico, e degli altri ospiti di rilievo nazionale, rappresenti un’opportunità in più per i giovani colleghi che devono fare tesoro delle loro lezioni di vita e di arbitraggio.

L’indomani i componenti CRA Vincenzo Zampardi e Luigi Pillitteri hanno dato le direttive tecniche e comportamentali ai ragazzi, già pronti per iniziare la nuova annata. Al raduno hanno presenziato anche i due Mentor siciliani, Ugo Pirrone e Giovanni Vetri, che hanno “visionato” tutti i ragazzi, i componenti del Settore Tecnico, Enzo Meli e Nunzio Manusè, ed il Delegato della FIGC di Enna, Salvatore Marano, associato AIA.

La foto di gruppo, scattata dal collega Paolo La Vaccara ha concluso l’incontro degli arbitri di Prima Categoria, il primo spezzone del maxi raduno regionale di Agrigento, organizzato logisticamente alla perfezione dalla locale Sezione presieduta da Armando Salvaggio.

Rodolfo Puglisi

Galleria fotografica