Giuseppe Canzone premiato dall’USSI

Canzone-premiato-dallUSSI

Il prestigioso Teatro Maugeri di Acireale ha ospitato il 14 maggio la 52^ edizione dei “Premi dell’Anno” dell’USSI Sicilia. A volere che il Gruppo Siciliano dell’Unione Stampa Sportiva Italiana eleggesse la città siciliana a sede dell’elegante manifestazione sono stati il Sindaco Nino Garozzo ed il Presidente dell’USSI Sicilia Sergio Magazzù, con l’apporto determinante del suo Vice Presidente vicario, l’acese Gaetano Rizzo.

I giornalisti sportivi dell’isola hanno assegnato parecchi riconoscimenti non focalizzando l’attenzione solo sul calcio, ma spaziando anche nelle altre discipline; il Premio intitolato a Candido Cannavò, prestigioso direttore catanese de “La Gazzetta dello Sport”, è stato consegnato ai campioni del mondo Paolo Pizzo (spada) e Valentino Gallo (pallanuoto) ed allo storico capitano della nazionale di pallavolo, Valerio Vermiglio, recente vincitore della Champions League con lo Zenit Kazan.

Sono state poi complessivamente sedici, tra società, dirigenti ed atleti, i premiati nelle nove sezioni della manifestazione, tra cui ricordiamo soltanto Gigi Prestinenza, una delle firme più prestigiose del giornalismo sportivo.

Non poteva mancare tra tanti premi il riconoscimento per un associato dell’AIA, precisamente il premio “Agostino Lo Cascio”, che è andato all’osservatore alla CAN A, Giuseppe Canzone, il quale vanta un curriculum associativo di tutto rispetto: nato a Caccamo in provincia di Palermo nel 1965 ed ivi residente, diviene arbitro nel 1982, nel 1992/93 transita alla CAN D ed alla fine della stagione viene nominato Arbitro Fuori Quadro e Componente della Commissione Disciplina Regionale, carica che ha rivestito fino al giugno del 1998. Dal 1998/99 fino al giugno 2002 è stato osservatore arbitrale della CAN "D" ed anche Procuratore Arbitrale Regionale. Dal 2002/03 fino al giugno del 2006 è stato a disposizione della CAN C, rivestendo al contempo la carica di Consigliere della Sezione di Palermo dal 2004/05 fino al giugno 2009. Dal 2006 è Osservatore Arbitrale a disposizione della CAN A e B e, dalla sua costituzione, della CAN A. Nelle ultime stagioni è stato l’unico osservatore arbitrale della CAN A del Meridione d’Italia, da Napoli in giù. Nella stagione sportiva appena conclusasi è stato designato per gare come Juventus-Milan, Juventus-Inter ed Inter-Milan.

Durante la premiazione di Canzone, effettuata dal Sindaco Garozzo, è stato improvvisato un simpatico siparietto con l’attore cabarettista Gino Astorina e padre Calcara dell’ordine dei Domenicani, compaesano e zio proprio di Canzone.

Nella foto, da sn. il Sindaco Garozzo, Canzone, padre Calcara e Gino Astorina.