Esordio in Promozione per Stefano Tomaso di Messina

Stefano-Tomaso

Esordio in Promozione per l’arbitro Stefano Tomaso di Messina nella gara Tiger – Atletico Caltavuturo giocata a Brolo il 24 aprile 2010, assistenti Angelo Pirri e Domenico Nania della Sezione di Barcellona Pozzo di Gotto.

Abbiamo raccolto le sue percezioni che di seguito si riportano

Stefano, hai esordito in Promozione, ci vuoi descrivere le sensazioni che hai provato?
Una grandissima emozione sin dal momento che ho ricevuto la gara; ho vissuto una settimana intensa fino al mio arrivo al campo. Poi dopo il fischio d’ inizio l’emozione è scomparsa.

Da quando arbitri?
Il mio esordio in assoluto è stato il 12 aprile 2007 all’età di 19 anni. Ho iniziato un po’ tardi ma il mio amore per l’ attività arbitrale è nato sin dal primo giorno, permettendomi in soli tre anni di poter esordire in Promozione. Spero di continuare così e di togliermi tante altre soddisfazioni.
Come è stato il rapporto con gli assistenti?
Devo dire eccezionale. Ho avuto la fortuna di trovare due bravissimi colleghi che mi hanno aiutato pienamente permettendomi di trovare la giusta intesa per poter arbitrare con la massima serenità.
C’è qualcuno che vuoi ringraziare per aver raggiunto questo traguardo?
Sì, certo, in primis mio padre che ad ogni mia trasferta è sempre presente dandomi il necessario apporto morale e che, soprattutto in gare importanti, è risultato fondamentale per me. Poi ringrazio il Presidente sezionale, Orazio Postorino, per aver creduto sempre in me; è anche grazie al suo aiuto che ho potuto raggiungere questo importante traguardo della mia carriera. Non posso dimenticare poi Enzo Meli, il mio grande maestro; devo a lui la conoscenza del Regolamento e le giuste direttive che mi ha dato per poter fare sempre meglio. Ancora, Massimiliano Lo Giudice, il quale con i suoi consigli e la sua esperienza mi ha trasmesso il vero significato di cosa vuol realmente dire fare l’ arbitro. Ringrazio inoltre il Presidente regionale, Rosario D’Anna, per avermi dato l’opportunità di raggiungere questo traguardo. Infine un ringraziamento particolare va a Vincenzo Zampardi, che, nonostante alcune vicende poco gradevoli verificatisi quest’ anno, ha continuato a credere in me aiutandomi a raggiungere la tanto attesa Promozione. Nella speranza che l’esordio in questa categoria sia l’inizio di una lunga serie di soddisfazioni.