Esordio in Promozione per Giuseppe Nucifora di Acireale

giuseppe-nucifora

Giuseppe Nucifora, arbitro effettivo della Sezione di Acireale, 21 anni, al 5° anno di attività arbitrale ha esordito in Promozione il 18 aprile 2010 nella gara Taormina – Troina

– Caro Giuseppe, ti senti di ringraziare qualcuno per il questo debutto nel campionato di Promozione?

Innanzitutto il mio Presidente di Sezione Olindo Ausino, che mi ha spinto e spronato a non mollare mai, poi il presidente del CRA Sicilia, Saro D’Anna, e tutti i colleghi che insieme a me frequentano il polo di allenamento di Acireale per essermi sempre stati vicini senza mai farmi mancare il loro sostegno.

Cosa ti aspetti per il futuro ?

Essere arbitro mi ha aiutato a crescere tantissimo, avvicinandomi a quella che è l’idea dell’uomo adulto…. Sono certo che l’attività arbitrale continuerà a regalarmi delle emozioni.

Che sensazioni hai avuto nella gara e come ti sei trovato con gli assistenti ufficiali ?

Nel pre-gara, soprattutto durante il riscaldamento, ho avuto tantissima emozione, poi una volta fischiato l’inizio tutto è passato. Con gli assistenti mi sono capito benissimo.

Chi ti ha spinto verso questa attività ?

Sono molto amico del collega Ismaele Morabito, che arbitra abitualmente in Eccellenza, e mi ha incuriosito molto sentirlo parlare dell’attività quando lui era ancora agli inizi; così ho voluto provare anch’io per vedere cosa si provava a stare in mezzo al campo a “dirigere” ed ora eccomi qua…..

Che differenza di emozioni hai notato tra la prima partita e questa ?

Tutto quello che ha preceduto l’inizio della gara è stato quasi identico, solo che una volta andati in campo non ho più pensato che si trattava della prima gara con gli assistenti, ma l’ho affrontata come qualunque altra gara abbia arbitrato, cioè dando il 101 %.

Vuoi aggiungere altro?

La Promozione rappresenta certamente un traguardo per un arbitro, ma come sempre nell’attività arbitrale raggiunto uno ve ne è uno nuovo da agguantare, quindi continuerò a dare il massimo per raggiungere la categoria superiore, tenendo sempre ben in mente che l’attività va svolta con serietà e professionalità, ma anche con un minimo di divertimento.

In bocca al lupo Giuseppe, con l’augurio di fare sempre meglio.

Nunzio Leone