Esordio in Eccellenza per Fabio Pirrotta di Barcellona

fabio-pirrotta

Fabio Pirrotta, della Sezione di Barcellona Pozzo di Gotto, ha esordito in Eccellenza il giorno 11 aprile 2010 nella gara Biancavilla – Ragusa Calcio (0-1). Assistenti Totaro Francesco e Gioè Alessio della Sezione di Messina

Fabio, hai esordito a soli diciotto anni in Eccellenza. Racconta cosa hai provato.

Certamente è stata una grande soddisfazione per me e per questo l’emozione, soprattutto nelle ore precedenti al fischio di inizio, è stata predominante. Ma appena entrato in campo l’agitazione è svanita ed ho riacquistato la sicurezza e la concentrazione di sempre.

Da quanto tempo arbitri e come mai hai intrapreso questa attività?

Da 3 anni, dal febbraio 2007. Ho iniziato grazie a mio padre, perché lui, da ex arbitro, mi ha coinvolto e spronato e se adesso sono arrivato a questo punto in gran parte lo devo proprio a lui.

Cosa hai provato quando sei stato scelto per partecipare al progetto Talent & Mentor?

Una gioia immensa, anche se subito non ho capito esattamente di cosa si trattasse essendo un progetto nuovo; ma poi mi sono informato e mi hanno spiegato di cosa si trattasse. Non dimenticherò mai l’e-mail ricevuta quella sera. Grazie a questo progetto ho conosciuto il mio mentor, Ugo Pirrone, che è una bravissima persona oltre che professionalmente preparata, che mi sa dare i giusti consigli per migliorare nel mio percorso che spero sia solo all’inizio.

Trovi difficoltà nell’intesa con gli assistenti?

No, assolutamente. Riesco ad instaurare un ottimo rapporto con loro fin dall’inizio ed in campo ci intendiamo subito con uno sguardo.

Avrai da fare ringraziamenti; a chi vanno?

In effetti le persone da ringraziare sono tante: inizio dal Presidente del CRA, Rosario D’Anna, e tutto l’Organo Tecnico Regionale. Ringrazio inoltre il Presidente della mia Sezione, Ugo Alberto, e l’ex presidente, Paolo Genovese, che mi sono stati vicini assieme ai colleghi barcellonesi. Un grazie a tutti gli osservatori che mi hanno visionato fin qui, un altro grazie non posso non farlo a Conti Nibali. Un ulteriore grazie, di cuore, va al mio Mentor, Ugo Pirrone. Spero di non dimenticare nessuno in questo momento di emozione, e comunque sappiano che fanno tutti parte del mio passato, presente e futuro. Grazie a tutti.