Domenico Amico è il nuovo Presidente sezionale

1Sezione di Caltanissetta:
Il candidato unico alla carica di Presidente, Domenico Amico, è il nuovo Presidente della Sezione. È stato eletto nel corso dell’Assemblea che si è svolta nei locali sezionali alla presenza del Presidente del CRA Sicilia, Michele Cavarretta, del Coordinatore, Armando Salvaggio, del componente amministrativo Luigi Pillitteri e del referente atletico Alberto Piazza.
Nel suo intervento Amico ha posto come obiettivo la crescita delle ragazze e dei ragazzi della Sezione, sottolineando l’importanza di allacciare subito rapporti di fattiva collaborazione con i dirigenti dell’AIA nazionale e periferica. Il neo Presidente ha evidenziato l’importanza di fare squadra ricordando un vecchio saggio: «Se vuoi andare veloce vai da solo, se vuoi andare lontano vai insieme», spronando tutti gli associati a offrire la più ampia collaborazione per portare lontano, laddove merita di stare, la Sezione di Caltanissetta.
Nel corso del suo discorso Amico ha chiesto «un grande, grandissimo applauso per il vice Presidente Lamendola, che ha guidato con impegno e caparbietà la Sezione in questo momento di transizione.
Per il programma Amico ha fatto riferimento ai pilastri di cui spesso parla il responsabile del Settore Tecnico, Alfredo Trentalange: tecnica, etica, organizzazione ed umanizzazione. «La tecnica è l’insieme delle norme che regolano il gioco del Calcio, – ha detto – mentre l’etica è l’insieme delle norme morali e di comportamento che l’arbitro e l’intera AIA segue nel proprio agire. L’organizzazione – ha continuato – è la capacità di coordinare insieme le varie componenti della nostra Sezione, che integrandosi reciprocamente concorrono alla crescita delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi. Infine umanizzazione significa privilegiare la relazione coi nostri giovani perché è la relazione con gli altri che dona un profondo significato alla vita. Questo è il nostro obiettivo, – ha concluso – questo è il vero progetto dell’AIA. Noi della Sezione di Caltanissetta del progetto AIA vogliamo fare parte con tutti i crismi e a pieno titolo: ne abbiamo il diritto e il dovere per il bene di queste ragazze e di questi ragazzi».
Dopo la proclamazione Amico, prima di ringraziare i colleghi per la fiducia accordata, ha voluto ricordare, visibilmente commosso, suo padre, ex arbitro di Calcio scomparso recentemente: «Sono convinto che ovunque si trovi starà facendo come sempre il tifo per me». Dopo avere fatto a nome suo e della Sezione gli auguri all’associato Sandro Morgana, che l’indomani sarebbe stato eletto alla Vice Presidenza della Lega Nazionale Dilettanti della FIGC, prima della chiusura dei lavori ha anticipato che l’unico Vice Presidente sarà Giuseppe Lamendola e che nel giro di qualche settimana, dopo la nomina del nuovo Consiglio Direttivo Sezionale, intende organizzare uno stage formativo per gli arbitri e gli osservatori a disposizione dell’Organo Tecnico Sezionale.

Martina Curatolo

2 3 4 a 5 6