Carbonari: “Importante formarvi come uomini”

Raduno-Prima-Categoria

Prosegue la settimana dedicata all’aggiornamento della classe arbitrale siciliana in forza all’Organo Tecnico Regionale con un appuntamento per i ragazzi impegnati nel campionato di Prima Categoria. L’appuntamento per loro era fissato per il primo pomeriggio di mercoledì 4 settembre presso il centro sportivo “Bellavia” del Villaggio Mosè nel comune di Agrigento, dove si sono svolte le prove atletiche con la supervisione del referente Salvatore Tilotta e dei suoi collaboratori Agostino Spadaro e Michele Tramontana.

Subito dopo i giovani direttori di gara si sono spostati presso una vicina struttura alberghiera dove si sono aperti i lavori con il saluto del Presidente regionale Giuseppe Raciti per poi passare alle raccomandazioni di rito del Vice Presidente Armando Salvaggio, che si è soffermato più che altro sugli aspetti comportamentali. Quindi i quiz tecnici somministrati dal collega Massimo D’Aguanno del Settore Tecnico, che ha altresì fornito la spiegazione della Circolare n° 1.

Al termine l’intervento dei due componenti il Comitato nazionale dell’AIA presenti, Rosario D’Anna e Umberto Carbonari. D’Anna ha espresso un breve saluto spronando i ragazzi a dare il meglio di sé non attardandosi più del dovuto in queste categorie di lancio e a seguire le direttive ed i consigli dei dirigenti arbitrali. Carbonari ha rimarcato come il lavoro dei dirigenti dell’AIA sia rivolto esclusivamente per il bene degli associati, dei giovani Arbitri in particolare. “A noi interessa – ha continuato Carbonari – che crescano uomini. Se diventate anche bravi arbitri tanto meglio, ma l’importante è che vi formiate come uomini” La cena ha concluso la prima mezza giornata del raduno, durante la quale i giovani arbitri sono stati sottoposti anche alle visite mediche.

L’indomani una serrata mattinata in aula; ha cominciato il Presidente Raciti che ha impartito le disposizioni tecniche, ricordando ai ragazzi come il campionato che sta iniziando sia difficile anche perché vi sono squadre che rappresentano realtà di centri abitati, di diversa importanza di dimensioni, che però hanno un consistente numero di sostenitori al seguito. Ha proseguito il componente Vincenzo Zampardi, responsabile della Prima Categoria, che ha puntualizzato alcuni aspetti sia di natura tecnica che in merito alle modalità di accettazione o di eventuali rifiuti delle gare. Quindi il componente Giuseppe Velardi, responsabile per le gare del Settore Giovanile, ed ha concluso il componente Orazio Postorino, che ha illustrato il vademecum, già inviato agli Arbitri per posta elettronica.

Durante il raduno sono stati prescelti dalla Commissione presieduta da Giuseppe Raciti, di concerto con i componenti del Settore Tecnico nel modulo “Talent & Mentor, Ugo Pirrone e Giovanni Vetri presenti cinque ragazzi che saranno seguiti nel corso dell’annata sportiva; essi sono Ferdinando Emanuele Toro di Catania, Daniele Pisciotto di Agrigento, Edoardo Gianquinto di Trapani, Antonio Lombardo di Marsala e Giuseppe Mucera di Palermo.

Giuseppe La Barbera