Cambio alla Presidenza nel segno della continuità

Arena-Presidente-AIA-Agrigento

Cambio della guardia alla Sezione agrigentina: ad Armando Salvaggio subentra il suo Vice, Calogero Arena (per tutti Lillo), con il quale ha condiviso la conduzione tecnica ed il percorso di crescita formativa dei giovani associati.

L’assemblea del 20 maggio conclude quindi la parentesi di Salvaggio, che lascia dopo sei anni durante i quali ha sempre portato in alto il buon nome della Sezione, stando sempre vicino ai “suoi” arbitri, supportandoli nei momenti di difficoltà e gioendo con loro in quelli felici. Salvaggio lascia contro il volere (se così si può dire) di tutti gli associati; ma, siamo sicuri, che conoscendolo non si allontanerà dalla Sezione.

Nella sua relazione, preceduta da un minuto di raccoglimento in memoria del collega Giovanni Infantino recentemente scomparso, letta con evidente emozione, egli, oltre a riportare i dati della forza arbitrale e del bilancio sezionale, ha ripercorso anche le innumerevoli iniziative condotte, l’ultima delle quali è stata l’ospitare il Comitato Nazionale dell’AIA. Un lunghissimo applauso ha sancito la scontata approvazione, davanti peraltro al Presidente regionale Rosario D’Anna, che ha assistito ai lavori, accompagnato dal referente regionale della rivista “L’Arbitro”, Rodolfo Puglisi.

L’ufficio di presidenza dell’assemblea era composto da Antonio Lo Giudice a capo, vice Rosario Perrone, segretario Gabriele Guarnotta, scrutatori Marco Sciortino, Giovanni Balletti e Giuseppe Girgenti. Hanno partecipato 78 associati su 102 aventi diritto al voto.

Dopo la relazione del Presidente uscente, quella del Collegio dei revisori, esposta da Giuseppe Sicurella ed ovviamente approvata. Quindi si sono avuti gli interventi di Carmelo Taormina, Giuseppe Vaianella, Lillo Arena, Andrea Gueli, Francesco Sodano e del Presidente onorario Giuseppe Liberto.

Successivamente si è passati alla votazione per i due revisori per il biennio 2012-2014 nella quale sono risultati eletti Eduardo Fragapane con 51 preferenze ed Alfonso Saieva che ne ha avuto 44. Dopo di loro Federico Principato con 40 voti e Giovanni Sanzo con 18.

L’assemblea elettiva vedeva le uniche candidature di Lillo Arena a Presidente di Sezione e di Armando Salvaggio a delegato all’Assemblea elettiva nazionale. Lillo Arena nell’esporre il suo programma ha avuto modo di affermare che egli non si sente assolutamente un vicerè, ma uno che sente di avere la stima ed il sostegno degli associati.

Sia Arena che Salvaggio hanno totalizzato il 100% dei consensi raggiungendo con 78 voti su 78 quell’unanimità sancita dalle urne. Un risultato di cui potranno senz’altro andare fieri perché raggiungere la massima percentuale è un fatto davvero unico.

Lillo Arena, quarantatreenne, è entrato nell’AIA nel 1987 ed è passato alla CAN D ruolo scambi nel 1996. Dal 1999/2000 intraprende la carriera come assistente alla CAN D per poi passare nel 2002/03 alla CAN C dove permane fino al 2008. In Sezione ha ricoperto spesso il ruolo di consigliere e di Vice Presidente dal 2008. Di recente è stato nominato arbitro benemerito.

Manfredi Scribani