“Award night 2010“. Per una serata da ricordare

Award night 2010 Per una serata da ricordare

Il 21 dicembre sera le famiglie, gli amici degli Arbitri e tante belle presenze femminili hanno fatto da suggestiva cornice alla Cena di Natale, l’appuntamento più significativo di tutte le nostre attività. “Award night”, l’abbiamo ribattezzata, giusto a volere significare che anche noi, come nella famosa notte degli Oscar, ci apprestavamo a vivere la nostra “Notte dei premi”. Una serata di straordinaria emozione quella vissuta a “La Risacca dei due Mari”, che entrerà a far parte sicuramente dei ricordi più significativi della nostra esperienza arbitrale.

E su questo il Presidente Orazio Postorino ha voluto porre l’accento nel corso del suo saluto e della sua presentazione. “Quando i ricordi della nostra attività arbitrale cominceranno ad affievolirsi, – ha detto – la rievocazione di questi straordinari momenti di vita associativa sarà sempre lì, ferma ed indelebile, a riportarci con la mente e con il cuore alla magia di questi istanti”. La suggestiva atmosfera natalizia del locale, il tavolo delle premiazioni con tutti i riconoscimenti a far bella mostra e le immagini in video di alcuni fra i momenti più importanti della scorsa stagione, preannunciavano il tono della serata. Particolare poi il tocco di colore dal curato look di tutti i giovani Arbitri e dalle eleganti presenze femminili. In apertura i saluti del Presidente Postorino agli ospiti intervenuti e quelli che il Presidente Regionale, Saro D’Anna, impossibilitato a partecipare per altri impegni, ha fatto pervenire unitamente agli Auguri per tutti i presenti. Nel corso della gradevole cena, da tutti apprezzata, le immagini che scorrevano in video hanno fatto da anteprima al momento “in” della serata, le premiazioni.

La prima è stata per tutti i colleghi transitati agli OO.TT. superiori: Alessandro Allegra, Salvatore Amante, Salvatore Totaro, Aldo Pecora. Poi il “Premio Casella”, che anche quest’anno ha tenuto fino all’ultimo in attesa un bel gruppo di Arbitri OTS, assegnato a Marco D’Amico. Quindi il premio speciale “Sezione di Messina”, toccato a Sebastiano Cusimano. Ai canonici premi riservati all’attività tecnica si sono aggiunti quest’anno due importanti riconoscimenti di carattere associativo: la consegna del Premio Nazionale “F. Reggiani” a Mario Costantino ed una particolare benemerenza per l’attività svolta in ambito sezionale a Giovanni Aveni. A questi colleghi la Sezione, oltre al riconoscimento dell’A.I.A., ne ha voluto assegnare uno proprio.

Quindi, il gran finale: preceduto dalle immagini dei momenti più importanti della manifestazione, il riconoscimento assegnato a Massimiliano Lo Giudice ha voluto racchiudere in se, tutti i ragazzi della straordinaria affermazione di Cavalese. Ovviamente, atmosfera festante e gioiosa al momento della consegna, che ha visto tutti i partecipanti all’avventura in Trentino stringersi attorno al “Capitano” Massimiliano Lo Giudice, da sempre esempio e riferimento assoluto per tutti loro.

Un encomio anche per il “bomber” Alberto Santoro e poi, con i saluti del Presidente, chiusura ed appuntamento alla prossima edizione, che già si preannuncia ricca di avvenimenti. E nel ringraziare i Vice-Presidenti, tutto il Direttivo e tutti i colleghi che hanno partecipato e collaborato alla riuscita della serata, il grazie più significativo ad Enzo Meli, per essere riuscito a trasformare le idee ed il lavoro della Sezione in suggestive ed indimenticabili emozioni!

Nicola Maddocco

Nella foto il Presidente Postorino con i premiati