Angelo Lo Bello alle Olimpiadi di Matematica

Angelo-Lo-Bello

Una bella soddisfazione per l’associato Angelo Vincenzo Lo Bello, che dirige già gare del campionato di Promozione, che ha conquistato a Cesenatico il 4 maggio scorso la medaglia d’argento alle finali nazionali delle Olimpiadi della Matematica.

Lo studente che frequenta il Liceo Scientifico “Madre Teresa di Calcutta” di Cammarata, paese della provincia agrigentina, per giungere alla fase nazionale ha agevolmente superato le fasi d’istituto (chiamate i Giochi di Archimede) di novembre e la fase provinciale (Gara di Febbraio) svoltasi al Liceo Scientifico “Leonardo” di Agrigento.

Il Progetto Olimpiadi della Matematica organizza in Italia gare di matematica per le Scuole Superiori dal 1987. Il Progetto è curato dall’UMI (Unione Matematica Italiana) con la collaborazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e della Scuola Normale Superiore di Pisa.

Per poter accedere alla finale nazionale è necessario piazzarsi al primo posto nella gara provinciale, impresa già riuscita al giovane Lo Bello tre anni fa, quando alla finale nazionale ottenne una menzione d’onore. Quest’anno è andata meglio, dato che su 18 studenti siciliani partecipanti alla finale nazionale ha ottenuto il miglior piazzamento.

“Nelle Olimpiadi della Matematica – afferma Lo Bello – ho trovato notevoli affinità con l’attività arbitrale. Saper affrontare un problema mai incontrato prima, trovare una soluzione quando il tempo stringe, dover ragionare velocemente e bene e misurarsi con i colleghi in una competizione sana e divertente, sono cose che possono essere riscontrate sia in una gara di Matematica che nell’attività di un arbitro. Penso infatti che dall’arbitraggio si ricevano soltanto tanti vantaggi, utili in tutti i campi della vita e, perché no, anche in matematica”.