AIA Caltanissetta. Riunione Tecnica con Giorgio Vitale

Vitale-a-Caltanissetta

Grande partecipazione di associati nel corso della riunione tecnica sezionale per un relatore d´eccezione: l´ex presidente ed attuale componente della Commissione Arbitri Interregionale (CAI) Giorgio Vitale.
Con la sua oratoria accattivante e coinvolgente, Vitale ha tenuto alta l´attenzione per oltre un´ora, incentrando il suo intervento sulla prestazione arbitrale. Supportato da alcune slides appositamente predisposte, ha toccato tutti gli aspetti che concorrono a ottimizzare l´arbitraggio enfatizzando a dovere ogni particolare, dalla preparazione atletica – col grado di allenamento continuamente testato dai vari organi tecnici regionali e periferici – alla conoscenza delle tattiche di gioco, oggi più che mai importante per riuscire ad anticipare le azioni; dall´applicazione del regolamento – vero cardine della prestazione arbitrale – alla manifestazione della propria personalità.

Vitale ha tenuto ad evidenziare come gli arbitri di oggi siano culturalmente molto preparati e pronti a dibattere con l’osservatore, qualunque episodio che si verifichi nel corso della gara: pertanto occorrono osservatori arbitrali sempre più preparati e concentrati nello svolgimento della propria funzione. La CAI, ha sottolineato Vitale, è stato il primo organo tecnico ad inviare all’arbitro le prime tre pagine della relazione e questo fatto (ripreso successivamente da altri organi tecnici nazionali e periferici) consente ad ogni arbitro di fissare bene in mente gli esiti della sua prestazione. I colleghi, accorsi in massa nella sala riunioni della sezione totalmente gremita, hanno ascoltato con interesse l´esposizione di Giorgio Vitale che non ha mancato, con le sue puntuali battute, di tenere desta l´attenzione.
Parecchie sono state le domande poste ed a cui il componente CAI ha sempre esaustivamente risposto. Giorgio, che è stato per diciassette anni presidente di sezione, non ha mancato di esortare i più giovani a portare in alto il vessillo di Caltanissetta spronandoli a frequentare assiduamente tanto la sezione che il polo di allenamento. La serata si è conclusa con la classica “pizzata”.

Mimmo Amico