Acireale al torneo “Pescatore” in Sila

Acireale-al-torneo-Pescatore-in-Sila

A Camigliatello Silano nei giorni 4 e 5 giugno si è disputata la 7^ edizione del Torneo “Claudio Pescatore”, intitolato ad un collega prematuramente scomparso. A contenderselo le Sezioni di Cosenza (organizzatrice), Paola, Crotone, Reggio Calabria, Rossano ed Acireale, unica rappresentativa non calabrese. Gli acesi, guidati dal Presidente sezionale Olindo Ausino, hanno prontamente risposto all’invito del Presidente cosentino, Franco Scarcelli, che ha anche festeggiato l’80^ anniversario della fondazione della sua Sezione. Scarcelli ha anche invitato il Presidente del CRA Sicilia Rosario D’Anna ed il componente CRA Giuseppe Raciti. La comitiva siciliana era composta anche da Paolo La Vaccara (e famiglia), Massimo Spoto e Rodolfo Puglisi.

Sono stati due giorni di tranquillità e relax nei quali è stato possibile visitare anche i famosi “Giganti della Sila”, alberi maestosi, veri e propri patriarchi. La rappresentativa acese, guidata dal “mister” Turi Spina coadiuvato dal “team manager” Pippo Bella, si è ottimamente comportata vincendo il girone all’italiana con 13 punti, con quattro vittorie ed un pareggio; sono state affrontate nell’ordine Reggio Calabria (1 – 0), Cosenza (0 – 0), Crotone (1 – 0), Rossano (1 – 0) e Paola (1 – 0). I marcatori acesi sono stati Caramma (3 reti, una su rigore) e Leotta, la coppia d’attacco dei piccoletti. Impeccabile la difesa orchestrata dal capitano Scuderi, che grazie alle tempestive chiusure difensive di Puglisi, Di Giuseppe e La Vaccara ed alle parate miracolose di Barbagallo ha mantenuto inviolata la propria rete.

Buono il lavoro oscuro dei centrocampisti Ternullo, Vigo, Torre e Mirabella e le “invenzioni” del trequartista Raciti. Positiva anche la prova del giovane Andrenacci. L’ultima gara, contro Paola, ha visto la nostra squadra acciaccata, con giocatori infortunati che hanno tenuto il campo, resistere agli attacchi continui degli avversari e capitolare soltanto nei minuti dei tempi supplementari. La premiazione, alla quale è intervenuto il presidente del CRA della Calabria, Stefano Archinà, ha concluso il torneo ben organizzato dal collega Mario Pescatore.